Raccolta medicinali scaduti: a Formia nuovi punti di conferimento

Raccolta medicinali scaduti: a Formia nuovi punti di conferimento

La potenziale tossicità dei medicinali scaduti, sia per l’effetto di un errato conferimento che per la dispersione nell’ambiente, risulta essere un importante motivo di danneggiamento del sottosuolo dato dall’inquinamento del terreno e delle acque. I residui di antibiotici che finiscono nei fiumi eliminano i batteri utili all’ecosistema acquatico, facilitando invece lo sviluppo di ceppi pericolosi e resistenti al principio attivo.

Il Comune di Formia tramite la FRZ, incentiva la raccolta dei medicinali scaduti ampliando il numero dei punti di conferimento. In aggiunta alle farmacie dove i contenitori erano già presenti, anche le parafarmacie contribuiranno alla raccolta. I punti di conferimento, pressoché raddoppiati saranno 19, tutti dotati di altrettanti specifici contenitori. Inoltre, il programma di distribuzione prevede anche la sostituzione degli attuali ed obsoleti contenitori con altri più capienti.

I farmaci scaduti non vengono riciclati ma, trattati separatamente rispetto agli altri rifiuti. 

I cittadini con questa iniziativa, durante le ore di apertura delle attività farmaceutiche e parafarmaceutiche, potranno conferire ed elevare le quantità di raccolta dei medicinali e sciroppi, avanzati o scaduti contribuendo alla riduzione degli inquinanti.

“Un’altra azione – sottolinea l’Assessore alla Politiche Ambientali Orlando Giovannone – volta al continuo miglioramento della qualità delle frazioni da recuperare. L’obiettivo è sempre quello di far crescere la cultura del giusto conferimento di materiali non solo di riuso o riciclabili, ma anche di tutte quelle sostanze che ingenuamente non si crede possano procurare così tanti danni al nostro territorio”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social