Cani randagi, la Municipale diffida l’Asl

Cani randagi, la Municipale diffida l’Asl

Il comandante della Polizia locale di Itri, Pasquale Pugliese, “nonostante diverse richieste e numerosi solleciti inviati all’Azienda sanitaria, chiedendo l’intervento per l’accalappiamento di alcuni cani randagi che da mesi vagano per le vie della città, creando non pochi disagi alla comunità, ha perso la pazienza e, presa per l’ennesima volta carta e penna, ha diffidato l’Azienda“. Lo rendono noto dal Comune di Itri, attraverso un comunicato stampa.

La diffida, datata 20/01/2020, notificata a mezzo posta elettronica certificata ed inviata per conoscenza al sindaco Antonio Fargiorgio, segnala all’Asl di Latina un servizio di propria competenza di accalappiamento dei randagi “inefficace ed inefficiente”, diffidando nel contempo “l’Azienda stessa a porre in essere tutte le azioni necessarie all’eliminazione del pericolo”.

Nella diffida, il comandante Pugliese precisa che, “in caso di danni alla popolazione, non si potrà addibitare alcuna colpa al Comune di Itri, e che l’Ente di Piazza Umberto I si riserva la possibilità di costituirsi parte civile negli eventuali procedimenti”. 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social