Progressioni economiche orizzontali: promozioni per l’84% del personale comunale avente diritto

Il Comune di Latina

“E’ stata pubblicata la determina del Servizio Risorse Umane relativa alla seconda selezione delle Peo (Progressioni economiche orizzontali) 2018 che aveva già trovato la definizione delle problematiche giuridico-interpretative sul tavolo prefettizio lo scorso 29 ottobre. Rispetto all’accordo contestato che prevedeva le Peo complessivamente per il 70% del personale, l’amministrazione, al termine della seconda Peo, ne premia l’84%, implementando di circa il 20% il numero dei dipendenti“. Lo rende noto il Comune di Latina.

“Infatti, al termine delle attività dell’Ufficio, è con soddisfazione che l’amministrazione chiude, nel termine stabilito, la valutazione delle domande relative alla seconda Peo e accoglie 72 istanze di dipendenti non apicali e 83 di dipendenti “apicali”. Queste ultime rappresentano circa il 50% degli aventi diritto distribuiti proporzionalmente tra le categorie da A a D in ragione della numerosità degli appartenenti alle categorie stesse.

Nella giornata di oggi, peraltro, al Tavolo di Delegazione Trattante si è registrata anche la sottoscrizione dell’accordo per la ripartizione delle economie del Fondo di parte variabile per gli anni 2017 e 2018 e di parte stabile per l’anno 2019 per complessivi 390mila euro da riconoscere, di cui 250mila (relativi agli anni 2017 e 2018) saranno corrisposti ai lavoratori dell’ente già entro il prossimo mese di marzo 2020, a saldo di quanto corrisposto in via di acconto nel mese di novembre scorso. Inoltre è stato concordato il calendario degli incontri 2020 per definire la contrattazione decentrata”.

“E’ doveroso di ringraziare – le parole della vice sindaca Paola Briganti – quanti a vario titolo hanno collaborato con capacità non comuni e impegno instancabile a trovare soluzioni giuridicamente corrette che hanno portato a risultati di soddisfazione per tanti dipendenti e che hanno ribadito la validità di un metodo di lavoro che si rivelerà certamente utile anche per affrontare i nuovi sfidanti obiettivi che ci attendono”.