Nuovo cd per la pianista pontina Tatiana Stankovych

Un nuovo cd con quattro brani inediti ed una nuova etichetta discografica. Il 2020 inizia con queste novità per Tatiana Stankovych, la pianista pontina di origini ucraine che da un anno e mezzo si sta dedicando alla composizione. Il nuovo lavoro contiene quattro brani inediti all’interno dei quali ci sono sonorità elettroniche rispetto al passato, quando l’impronta musicale classica aveva in sé sonorità e ritmi jazz.
“Percorsi infiniti”, questo il titolo del lavoro, contiene ‘Incontri’, ‘Risveglio’, Giochi d’infanzia’ e ‘Perdutamente Noi’, pezzi di musica contemporanea diversi tra loro per carattere ma con un’impronta ed uno stile unici. I brani sono stati arrangianti con Nicola Valente che ha curato anche la registrazione come responsabile fonico.
L’uscita del cd è prevista per il 4 gennaio sulle principali piattaforme quali Amazon, Spotify e Itunes edita da una nuova etichetta discografica, la P&ONE.

Biografia
Nata a Svalyava, in Ucraina, Tatiana è cresciuta in una famiglia di musicisti ed ha iniziato a studiare musica fin da quando aveva cinque anni prima sotto la guida della madre poi di Tatiana Nikolaeva, una delle migliori insegnanti di piano al mondo. Dopo avere insegnato presso alcune scuole statali di musica in Ucraina si è trasferita a Roma dove ha proseguito la sua attività di musicista insegnando e accompagnando alcuni cori tra i quali quello della Scuola Popolare della Musica di Testaccio e quello della Chiesa di San Paolo entro le Mura. Ha proseguito il suo perfezionamento presso l’Accademia Musicale di Firenze e, contemporaneamente all’insegnamento del pianoforte, si è appassionata ai ritmi del jazz approfondendo la ricerca. Il passo successivo è stato quello di dedicarsi alla composizione impegno che ha dato vita alla sua prima raccolta di brani da lei composti ed eseguiti al pianoforte che coniugano la musica classica alle armonie jazz con risultati davvero sorprendenti. Il suo primo cd è intitolato “Fairly Wave”, il secondo “Improvvisi romantici”.