“La sanità pubblica non si tocca!”. Potere al Popolo torna sulla chiusura dei PPI

Zingaretti, la sanità pubblica non si tocca! Dal primo gennaio 2020 verranno chiusi tutti i PPI (punti di primo intervento ex pronto soccorso) della provincia pontina. Questo significa che i pronto soccorso degli ospedali Pontini (Latina, Terracina, Fondi, Formia) che già presentano enormi difficoltà verranno sovraffollati dai pazienti provenienti dagli altri comuni dov’è oggi sono attivi i 7 PPI (Cori, Cisterna di Latina, Sezze, Priverno, Sabaudia, Gaeta, Minturno). Questi infatti svolgono una funzione importantissima perché accolgono tutti quei pazienti che ne hanno bisogno e ai quali vengono oggi praticati interventi di stabilizzazione che consentono ai pronto soccorso di riceverli con una diagnosi già certa e non più in codice rosso”. Lo scrive Franceso Leonelli, coordinatore di Potere al Popolo Latina e provincia.

Francecso Leonelli

“Dal primo gennaio, per disposizione di Zingaretti e della sua giunta, i PPI verranno chiusi, generando così maggior affollamento nei 4 Pronto Soccorso della Provincia. In più il Santa Maria Goretti è dal 2015 che attende la fine dei lavori di ampliamento della struttura, del suo consolidamento sotto il profilo professionale e delle strumentazioni. Fine difficile ad arrivare, visto che è di poche settimane fa la notizia che con delibera 1070 del 19 novembre il Direttore Generale della Asl, Giorgio Casati, ha risolto il contratto con la Ditta EURO 90 srl. Come al solito nella solita diatriba tra Ente e Ditta le conseguenze le pagano i cittadini. I comitati Civici e alcuni Sindaci dei Comuni interessati dalla chiusura dei PPI, trovando la politica regionale di maggioranza e opposizione latitante sul tema in questione, hanno mosso ricorso al Tar contro il DCA (Decreto Commissario ad Acta) n° 303 del 25 luglio emesso da Zingaretti con il quale ne sanciva la chiusura. Così il furbastro della Pisana lo ha sostituito con il DCA n° U00469 del 26 novembre 2019 e il 2 dicembre il Tar Lazio disponeva che, non esistendo più l’atto oggetto del ricorso, quest’ultimo non aveva più ragione di esistere.


Potere al Popolo Latina e Provincia evidenzia che la politica liberista del presidente del Lazio predilige la sanità privata a quella pubblica, e questa ne è l’ennesima dimostrazione. Incentivi e finanziamenti alle strutture private a danno di quelle pubbliche, del resto facilmente dimostrabili! Una politica che inoltre mira anche a ridurre drasticamente i servizi pubblici nelle province e quello della sanità per primo, per concentrarli nella Capitale. La sorte dei Ppi pontini è uguale per tutta la regione.

Venerdì 20 dicembre dalle 10:30 saremo davanti all’ospedale di Latina Santa Maria Goretti per fare un volantinaggio informativo sulla sanità pubblica e sulla chiusura dei punti di primo intervento. Intervenite, vogliamo parlarne con voi…”.