Questione Pollione, l’intervento dei consiglieri di “Un’altra città”

Riqualificazione del Pollione, l’amministrazione comunale rassicura ma gli interrogativi restano come evidenziato nei giorni scorsi ad esempio dal Partito Democratico fino al consiglio comunale. Ora interviene invece gruppo di”Un’altra città” proprio a margine della polemica sollevata dal Pd.

Dal consiglio comunale del 25/11/2019 – si legge in una nota – è emerso che l’amministrazione Villa da mesi ha un progetto valido e concreto su come e dove saranno spesi i 10 milioni del finanziamento regionale della scuola Pollione, riqualificando l’intero quartiere di Mola. Così come si sono palesate le tante inesattezze e false notizie diffuse da chi per motivi meramente elettorali ha cercato di screditare senza successo una maggioranza forte, coesa e capace di mettere in campo le energie giuste al servizio esclusivo della città.


Il consiglio all’unanimità ha votato un documento scritto da tutti che rispecchia fedelmente l’indirizzo della maggioranza. E troviamo veramente goffo il tentativo del consigliere Marciano e del PD di appropriarsi di una scelta politica che è solo di questa amministrazione. La loro proposta era ed è quella di spostare la Pollione al Filangieri e ricostruire il Filangieri a Penitro. Peccato che il finanziamento è regionale e non può essere dirottato su un edificio di proprietà della provincia, qual è il Filangieri. Evidentemente per qualcuno l’importante è parlare per non estinguersi. Dopo la relazione definitiva dei necessari rilievi idrogeologici in atto nell’area comunale individuata alle spalle della scuola De Amicis,si passerà alle varie fasi tecnico progettuali durante le quali ci si confronterà nelle sedi istituzionali opportune per accogliere le istanze di tutte le parti interessate”,