Sperlonga, approvata in commissione la variante per le attività produttive

Nei giorni scorsi la commissione Urbanistica, presieduta dal consigliere Massimo Giovannangelo, ha approvato, con l’astensione dei consiglieri di minoranza, la variante urbanistica per le attività produttive insistenti sul litorale di Sperlonga e sul resto del territorio comunale.

“Si tratta di un passaggio fondamentale che ha visto un ampio coinvolgimento attraverso ben con 4 sedute della commissione e di un incontro pubblico tenutesi presso l’Auditorium comunale molto partecipata, da parte degli operatori economici e più in generale da parte dei cittadini”, afferma l’assessore delegato all’Assetto del territorio, Stefano D’Arcangelo. “Una procedura svoltesi quindi nel pieno rispetto della normativa vigente e nella massima trasparenza. Ora questo importante strumento di pianificazione dovrà essere esaminato ed approvato, quanto prima, dal consiglio comunale per poi essere pubblicato per ulteriori osservazioni e proposte derivanti dai dagli operatori economici, dai cittadini e da tutti i soggetti aventi diritto. Espletate queste fasi procedurali la variante urbanistica in questione sarà trasmessa alla Regione Lazio per l’approvazione definitiva”.


“Con questo atto si compie anche un vero e proprio aggiornamento dello ‘stato di fatto’ che consentirà di regolarizzare le destinazioni urbanistiche e dei relativi manufatti e dare certezza del diritto in particolare a tutte le attività produttive aventi titolo (manufatti sanati e/o con Permessi a costruire e vecchie licenze edilizie rilasciate nel tempo)”, continua D’Arcangelo. “Questo progetto è molto importante per l’intero paese anche perché ‘cristallizza’ la reale situazione edificata e consente anche agli uffici comunali preposti di dare risposte più certe e più rapide , evitando istruttorie lunghe e farraginose che hanno comportato fino ad ora una difficile lettura della cartografia esistente, ormai desueta e da cui sono scaturiti purtroppo anche molte ‘libere interpretazioni’ oggetto poi di ricorsi e contenziosi giudiziari, spesso inutili e dannosi per tutti. Sono convinto – conclude l’assessore – che sia questo un atto di pianificazione importantissimo e di concreta trasparenza urbanistica ed amministrativa che serve veramente al nostro territorio comunale. In tale contesto mi auguro, quindi, che anche i consiglieri comunali di minoranza possano apportare il loro contributo attivo e concreto e di esprimere il loro voto favorevole in sede di consiglio comunale”.