“Il cibo esistenziale” nel salone del gusto di Vinicibando

“Il cibo esistenziale” nel salone del gusto di Vinicibando

Torna il Salone del gusto nomade in programma dal 22 al 26 novembre in cinque città del Lazio. Tema di quest’anno:

“IL CIBO ESISTENZIALE”

Al via Vinicibando, il salone del gusto nomade che dal 22 al 26 novembre prossimo, si muoverà lungo il Lazio meridionale per svelare l’eccellenza agroalimentare regionale in tutte le sue sfaccettature. Tema di questa undicesima edizione: “Il cibo esistenziale”.

Ideato e curato dalla giornalista Tiziana Briguglio e dall’Associazione Agroalimentare in Rosa, sarà un vero e proprio viaggio in cui la Dieta Mediterranea e il concetto di One Health: cibo, salute, ambiente, saranno declinati nelle diverse culture per un evento affascinante tra sicurezza alimentare, credenze religiose, gusto e innovazione, avvolti dai paesaggi esclusivi di città come Latina, Formia, Gaeta, Fondi e Terracina.

Numerose le sedi coinvolte nel progetto con un programma che alternerà seminari e approfondimenti, presentazioni letterarie, incontri nelle scuole, degustazioni guidate, approcci filosofici, percorsi olistici, concorsi e appuntamenti gourmet fino a combaciare, il prossimo 25 novembre, con la festa della Federazione Italiana Cuochi in programma a Formia, presso la sede dell’Istituto alberghiero “Angelo Celletti”, che ospiterà anche il convegno: “Rispetto delle norme alimentari, osservanza della tavola, sacralità del cibo”. Ospiti d’eccezione: l’esperta di marketing islamico e certificazioni religiose Anna Maria Aisha Tiozzo, Presidente della WHAD – il Presidente del Club per l’UNESCO di Latina Mauro Macale – la nutrizionista Maria Solis – il vicepresidente regionale e presidente provinciale della FIC Luigi Lombardi – la dirigente scolastica Monica Piantadosi e il professore Giuseppe Nocca.

Qui ad essere narrate saranno storie identitarie testimoni di realtà atte a valorizzare non solo la ricchezza derivante dalla diversità, ma anche ad offrire la possibilità a tante piccole aziende di aprirsi ai mercati internazionali con le giuste chiavi di lettura per interpretare i desideri delle popolazioni locali. Il tutto per un approccio culturale prima ancora che gastronomico che nelle cinque giornate della kermesse, parlerà anche dell’evoluzione del concetto di alimento per corpo, mente e spirito. La prima tappa il 22 novembre a Latina per un incontro durante la mattinata con gli alunni della scuola primaria dell’Istituto comprensivo Torquato Tasso, dove i referenti dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Lazio e Toscana, parleranno di Dieta Mediterranea, lotta allo spreco alimentare e nutrizione dei bambini in età scolare.

La giornata proseguirà poi a Formia, presso il Salotto culturale Koinè, con la presentazione del libro del professor Giuseppe Nocca: “GALENO Nutrizionista. Le proprietà degli alimenti” (Ed. Arbor Sapientiae) e la cena allestita da Michele Chinappi, dedicata alla Dieta Mediterranea per il decennale dal riconoscimento a patrimonio immateriale dell’UNESCO.

Cibo, alimentazione e arte saranno invece i temi che caratterizzeranno il fitto calendario di eventi previsti per il 23 novembre a Gaeta. Ad aprire la scaletta, il convegno: “ One Health: cibo, salute, ambiente”, a cura del biologo marino Adriano Madonna e della dirigente dello ISZLT Tiziana Zottola, nella splendida cornice della Pinacoteca Comunale “Antonio Sapone”:

Il Villa Irlanda Grand Hotel farà invece da sfondo alla tavola raccontata tra credenze religiose, falsi miti, norme sanitarie e contaminazioni borboniche nella cucina del basso

Lazio, con un focus sulla tiella di Gaeta e sui cibi della tradizione gaetana, a cura dello chef Antonio Guardascione, del pizzaiolo Carlo Avallone e dello storico dell’alimentazione Giuseppe Nocca.

Il tutto in un’atmosfera resa ancora più calda e accogliente dallo sfavillante spettacolo delle Luminarie che ormai da qualche anno caratterizza la città del Golfo nel periodo natalizio.

La cucina del ricordo e l’evoluzione della pasta al pomodoro saranno invece i temi della cena che si terrà a Fondi ad opera dello chef Fausto Ferrante per festeggiare la nuova veste del Torpedino in barattolo e raccontare attraverso i piatti, passato, presente e futuro di una città legata indissolubilmente alle sue produzioni e alle sorti del terzo mercato agroalimentare più importante d’Italia.

Molto interessante anche la giornata di domenica 24 novembre, a Terracina tra alimentazione olistica, yoga e tecniche di rilassamento, a cura del Centro Reiki Mosaico della Vita, presso l’agriturismo Le Folaghe che diverrà anche sede della prima edizione del Premio Agro Rosa, che sarà tenuto a battesimo dall’Assessore all’agricoltura del Lazio Enrica Onorati, e di un altro bellissimo momento di condivisione della tavola dell’eccellenza agricola e dei dolci della credenza popolare ponzese, reinterpretati eccezionalmente da Enza Lambraia e Assunta Scarpati.

A Latina, nel pomeriggio, presso la Trattoria Teresa, si parlerà invece del rapporto tra cibo e filosofia, con il giovane dottor Marco Mirabella e il Capol che animerà la VIII edizione del Concorso per aspiranti sommelier Giuliano Garofano e concluderà la serata con la presentazione e degustazione comparata delle DOP Colline Pontine e Oliva di Gaeta

Lunedì 25 novembre si tornerà nuovamente a Formia per affrontare il tema dell’accoglienza e del dialogo inter religioso con la tavola che unisce.

La giornata in collaborazione con l’Associazione Provinciale Cuochi Latina in occasione della Festa Nazionale del Cuoco nel Lazio, oltre al convegno, sarà scandita dallo svolgimento delle gare per il XXII Concorso provinciale “Il piatto Tipico Pontino”, il XII concorso laziale “ La cucina regionale rivisitata in chiave moderna” e la cena di gala che vedrà tutti gli ospiti riuniti in una grande tavola conviviale.

Ultima tappa del tour martedì 26 novembre a Latina, nuovamente all’Istituto comprensivo Torquato Tasso, per parlare questa volta di cibo svelato. Ad animare il percorso creativo per i bambini attraverso le eccellenze tipiche e tradizionali dell’agro pontino, l’Associazione Agroalimentare in Rosa con la partecipazione della dirigente dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Lazio e Toscana Tiziana Zottola e della dottoressa Maria Rita spreghini, nutrizionista e pedagogista dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

L’edizione 2019 di Vinicibando gode del patrocinio di: Regione Lazio Arsial – Provincia di Latina – Comune di Gaeta – Comune di Formia – Arga Lazio – FLAG – Fondazione BioCampus – Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lazio e Toscana – Confcommercio Lazio Sud – Camera di Commercio di Latina – Confartigianato Latina.

Collaborazioni: Club per L’UNESCO di Latina – Salotto culturale Koinè Formia – Associazione provinciale cuochi Latina – Istituto alberghiero Angelo Celletti Formia – Istituto Comprensivo Torquato Tasso Latina – InBrand – Capol – Centro Reiki Mosaico della Vita Latina

Sponsor Tecnici: Gruppo Giovani Panificatori Farchioni – Agriturismo Le Folaghe Terracina – Ristorante A Casa di Assunta Ponza – Pizzeria del Porto Gaeta – Ristorante Chinappi Formia – Torpedino – Vento in Poppa – Villa Irlanda Grand Hotel Gaeta – Pasticceria Troiano Formia – Ristorante Da Fausto Sperlonga

Media partner: IpMagazine – Action Stream TV – Periodico Contatto – Radio Luna

Gemellaggi: Cerealia Festival – Red Taste – Alla scoperta di Eea

Ringraziamenti: REDI MEDICA

You must be logged in to post a comment Login

h24Social