Allarme topi a scuola, il Comune prolunga la chiusura della “Goldoni”

Allarme topi a scuola, il Comune prolunga la chiusura della “Goldoni”

In seguito all’ispezione effettuata questa mattina dai Carabinieri del Nas di Latina e dal Servizio Igiene e Sanità Pubblica della Asl, il sindaco del capoluogo pontino ha ordinato la chiusura della scuola “Goldoni” fino a mercoledì 27 novembre compreso (ord. n° 359/2019 pubblicata sull’Albo Pretorio online del Comune).

“Tra le irregolarità riscontrate dal personale del Nas, e ricadenti sotto la responsabilità del Comune, vi sono problemi legati a porte e finestre che non si chiudono completamente, non garantendo quindi la prevenzione da ingressi di infestanti vari, un locale interrato allagato con acqua stagnante e, nella parte esterna, fessure tra le pareti e i marciapiedi che possono essere ricettacolo di animali e insetti”, fanno sapere dall’amministrazione. “Sono state inoltre rinvenute tracce di escrementi, presumibilmente di roditore. Il Comune provvederà a riparare immediatamente tutte le porte e finestre risultate non in perfette condizioni ed entro lunedì saranno risolti anche i problemi relativi all’allagamento negli ambienti interrati.

Saranno inoltre installate delle griglie sulle fessure riscontrate sulle parti esterne per impedire l’accesso agli infestanti. “Per quanto riguarda l’eventuale presenza di roditori, verrà effettuato un nuovo intervento da parte della ditta incaricata per le operazioni di derattizzazione (nella stessa scuola ne sono già stati eseguiti 23 da settembre a oggi)”, continuano dall’amministrazione comunale. “L’ordine di servizio è stato emesso sia per la ditta che si occupa di manutenzioni, sia per quella che si occupa delle derattizzazioni, che lavoreranno anche nel fine settimana”.

Allo stesso tempo, l’ordinanza dispone che la scuola esegua la pulizia immediata di tutto l’edificio, notiziando l’amministrazione riguardo alla programmazione e al termine della stessa, al fine di predisporre un’adeguata verifica. La scuola dovrà inoltre individuare spazi idonei per il deposito del materiale di pulizia attualmente localizzato nei servizi igienici che sono stati rinvenuti chiusi, così da rendere tali servizi accessibili e utilizzabili.

L’assessore alla Pubblica Istruzione Gianmarco Proietti: “Stiamo intervenendo con immediatezza, non ci tiriamo indietro di fronte alle nostre responsabilità e auspichiamo che ogni settore faccia la propria parte: la scuola per garantire la pulizia dei locali, i genitori nel partecipare positivamente all’organizzazione scolastica, l’amministrazione nel dare seguito agli impegni presi. Sarà mia premura informare scuola e genitori di tutti gli interventi che faremo”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social