Istanza accolta, gli oltre 20mila euro sequestrati nel blitz antidroga tornano al commerciante

Il Tribunale di Frosinone, sezione Riesame Reale, ha accolto l’istanza di dissequestro presentata dagli avvocati Pasquale Cardillo Cupo e Dalila Fleming, difensori di fiducia del commerciante di via Emanuele Filiberto, a Formia, al quale erano stati rinvenuti oltre 20mila euro in banconote di vario taglio.

Soldi saltati fuori al termine di un’operazione portata a termine nell’ottobre scorso dalla Fiamme Gialle, durante la quale erano stati rinvenuti anche 116 grammi di cocaina, insieme a un bilancino di precisione e a materiale ritenuto utile al confezionamento delle dosi di droga.


Per quanto riguarda i contanti, il tribunale, condividendo le argomentazioni difensive, ha ritenuto illegittimo lo strumento processuale utilizzato. Disponendo la restituzione degli oltre 20mila euro al commerciante, in quanto, spiegano i suoi difensori “il sequestro probatorio di somme di denaro non è proceduralmente corretto laddove alcuna attività tecnica occorre porre in essere sullo stesso”.