Pallamano A1, l’HC Fondi a Pressano regge ma non incide

Un tempo e mezzo giocato bene se si considera che il Pressano – soprattutto nella propria tana – è una corazzata: forte in difesa e un gruppo capace di piazzarsi sempre tra le migliori del campionato.

Qualche “ma” è comunque d’obbligo sulla gara del sabato pomeriggio. Perché se è vero che la compagine trentina non è una squadra facile da affrontare su nessuna superficie, è altrettanto vero, che il Fondi ci ha provato e tutto sommato per quasi tre quarti di partita è stata agganciata ai padroni di casa. Nel primo quarto d’ora di gioco, addirittura tenendo testa punto a punto. Alla fine del primo tempo il tabellone luminoso segnava 15-12 in favore dei padroni di casa, segno che tutto sommato la gara non fosse chiusa. A maggior ragione, che proprio negli ultimi scampoli dei primi 30’ era stata sprecata qualche occasione per chiudere con un negativo ancora più ridotto.


La seconda frazione, invece, ha portato il punteggio – e tutto sommato il match – su un elastico. I padroni di casa che provavano ad allungare e i laziali che prima sprecavano gli errori avversari e poi provavano a rifarsi sotto, facendo apparire la gara come aperta. Ma per chi segue la pallamano sa bene che ad un certo punto del match, c’è sempre il momento di svolta: i quattro minuti a metà ripresa, dove il Pressano è riuscito a gestire al meglio un momento che sembrava poter permettere ai rossoblù di rifarsi sotto. In quei quattro minuti, dal 20-17, i giocatori di casa sono scappati sul 25-18, ponendo una distanza che non è più stata colmata, e chiudendo su un abbastanza severo 31-25.

L’HC Banca Popolare Fondi rimane ferma a sei punti in classifica, non sfigurando con il Pressano così come non era successo la settimana scorsa con il Cassano Magnago, ma non trovando neppure un punto in entrambi i match. In tutto ciò, in questo mese di novembre dal calendario intenso, la settimana prossima al palazzetto dello sport di Fondi arrivano i campioni d’Italia in carica del Bolzano che non stanno disputando un grandissimo campionato finora, considerando che hanno già collezionato 3 sconfitte, ma che sabato nel match casalingo contro il Fasano hanno distrutto i pugliesi 40-22.