Maltrattamenti e lesioni in famiglia, 70enne arrestato. Ha aggredito la figlia

Nel corso dell’attività di prevenzione e controllo del territorio, intorno alle 13 di martedì due equipaggi della Squadra Volante di Latina sono intervenuti in via Prezzolini: era giunta la segnalazione di una lite violenta in famiglia.

“Giunti sul posto, gli scriventi notavano un uomo che inveiva, minacciava e cercava di colpire con calci una giovane donna, poi risultata essere la figlia dello stesso”, spiegano dalla polizia. “Le stesse minacce le rivolgeva verso il fidanzato della figlia, che cercava di difenderla dall’aggressione del genitore. Grazie all’intervento tempestivo degli operatori si poneva fine all’aggressione e si bloccava l’uomo che veniva condotto in Questura per l’identificazione e gli accertamenti del caso”.


Da questi ultimi emergeva che l’uomo annoverava pregiudizi di polizia per reati specifici per episodi analoghi avvenuti lo scorso luglio, in seguito ai quali lo stesso è stato sottoposto alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare con divieto di avvicinamento alla figlia.

In sede di denuncia la donna ribadiva che le percosse e le violenze si protraevano già da tempo e che a causa dei continui soprusi posti in essere dall’uomo viveva in uno stato di soggezione e inferiorità psichica, manifestando timore e paura per la propria incolumità.

La persona fermata, identificata per D.G., 70enne italiano, dopo aver contattato il pm di turno, il dottor De Lazzaro, è stata tratta in arresto per il reato di maltrattamenti in famiglia, lesioni e violazione della misura cautelare ed associato presso la locale casa circondariale a disposizione della competente Autorità giudiziaria.