Conclusa la “Head of the Charles”, i canottieri delle Fiamme Gialle al lavoro per Tokyo 2020

Conclusa la “Head of the Charles”, i canottieri delle Fiamme Gialle al lavoro per Tokyo 2020

Nei giorni scorsi i canottieri delle Fiamme Gialle sono rientrati in Italia, all’aeroporto Leonardo Da Vinci di Roma-Fiumicino, a bordo di un volo diretto da Boston. Con un oro, un quarto e un tredicesimo posto, il team gialloverde con base in terra pontina saluta la 55esima edizione della ‘Head of the Charles’ e punta dritto a Tokyo 2020.

Il tecnico Rocco Pecoraro ha commentato così la trasferta oltre oceano: “La classica di Boston è una gara che ogni canottiere dovrebbe fare. Non riesco a descrivere con le parole la moltitudine di emozioni che ho provato nel vivere questa esperienza alla ‘Head of the Charles’. E’ stata una regata difficile e allo stesso tempo entusiasmante. Ci è servita per partire con il piede giusto per il cammino che tra meno di un anno ci porterà ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020”. Prosegue il coach delle squadra Senior delle Fiamme Gialle, analizzando i risultati raggiunti: “La vittoria del ‘quattro con’ è il frutto di una gara perfetta. I ragazzi sono stati bravi a tenere alta la concentrazione per tutto il percorso, senza farsi distrarre dagli avversari e dalle insidie, tra ponti e curve, presenti per tutti i 4 chilometri. Dobbiamo dire grazie al timoniere Katherine Wright Apfelbaum che, da gran conoscitrice del fiume, ha tenuto una traiettoria impeccabile. Clara e Valentina, le ragazze del ‘doppio’, sono state grandi. Anche per loro una gara di altissimo livello le ha portate ad un passo dal podio. Peccato che, nell’ultima curva prima del traguardo, hanno sbagliato direzione e perso così secondi preziosi. Infine, analizzando l’ordine d’arrivo dell’’otto’, in collaborazione con il mio collega Nicola Moriconi, è emerso che in seconda posizione si è classificato l’otto degli Usa che, non più tardi di due mesi fa, ha qualificato l’imbarcazione per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Questo sta ad indicare che i primi 5 equipaggi classificati alla Head of the Charles sodo di un valore straordinario. I ragazzi delle Fiamme Gialle hanno pagato l’inesperienza in una barca così complicata”.

Archiviata l’esperienza di Boston, i canottieri gialloverdi sono già al lavoro per preparare i prossimi impegni con la nazionale, allenandosi per affrontare al meglio l’evento più importante della stagione, le Olimpiadi di Tokyo 2020.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social