Sanità pontina, le battaglie di Potere al Popolo continuano. Al fianco dei comitati civici

Da parte del coordinamento di Potere al Popolo di Latina e provincia, rappresentato da Francesco Leonelli, una nota stampa che ricorda le battaglie del partito sul tema sanità. E che mette in evidenza la grande importanza dell’apporto civico. 

“Abbiamo iniziato a sostenere la lotta dei Comitati Civici contro la decisione della regione Lazio di chiudere tutti i PPI della provincia pontina già da novembre del 2018 partecipando, proprio alla fine del mese, alla manifestazione indetta dai comitati stessi tenutasi a Latina.


Francecso Leonelli

Nelle nostre tre iniziative estive a sostegno della sanità pubblica e contro la politica liberista di Zingaretti a favore di quella privata, alla quale continua a elargire notevoli somme di denaro, abbiamo sempre ricordato la lotta che stanno portando avanti i comitati civici: primi fra tutti quello di Cori e di Sabaudia. A giugno eravamo in piazza a Cori, a luglio a Formia e a settembre a Sabaudia. In tutte e tre queste iniziative e sui volantini che parlavano della nostra posizione riguardo la sanità non ci siamo mai dimenticati di menzionare la lotta dei comitati civici e in tutte e tre queste occasioni abbiamo sempre dato modo a costoro di prendere la parola in modo autonomo.

Infatti, sin dal primo momento abbiamo ribadito che la lotta dei comitati civici è la loro lotta ed è per questo e giustamente che noi ci limitiamo a sostenerli e a non metterci il cappello. Tutto questo – prosegue Leonelli – mentre le altre forze politiche di maggioranza e opposizione tacevano, avallando così quella politica liberista del governo regionale e nazionale che continua a danneggiare la sanità pubblica.

Non ci siamo mai illusi che avremmo potuto costringere Zingaretti a rivedere la sua politica. Ma noi siamo antagonisti di queste politiche scellerate che stanno massacrando da anni, con tutti i governi di centro-destra e centro-sinistra che si sono succeduti alla guida dell’Italia, lo Stato Sociale del nostro Paese. E quindi, è nostro dovere evidenziare tutto ciò. Nonostante la nostra assemblea territoriale di Potere al Popolo Latina e provincia, riconosciamo umilmente, sia ben poca cosa rispetto alle grandi forze politiche di maggioranza e opposizione, con le nostre scarse risorse soprattutto in termini economici e tenendo conto di operare in una provincia dov’è pressoché proibitivo fare una politica che non sia clientelare e di compromesso, ci riteniamo alquanto soddisfatti.

Infatti, abbiamo avuto modo di constatare che in questi ultimi due mesi anche qualche forza politica di opposizione con percentuali di consenso a due cifre abbia tentato di far sentire la sua voce sulla questione dei PPI. Addirittura oggi un segnale in tal senso arriva da forze politiche legate al PD regionale e che fanno parte del governo nazionale (LeU, Art.1 MDP). La nostra soddisfazione deriva proprio dal fatto di essere riusciti a raggiungere l’obiettivo che ci eravamo, questo sì, prefissato sin dall’inizio: smuovere le acque. È chiaro che non riponiamo nessuna fiducia nell’operato di costoro e siamo convinti che tutto si dissolverà come sempre, durando quanto dura una bolla di sapone.

Invece noi continueremo a esserci con la nostra politica sulla sanità e a sostegno alla lotta dei comitati civici ai quali, ribadiamo ancora una volta, va tutto il merito! Chiudiamo in modo inusuale ma estremamente doveroso – concludono da Potere al Popolo – ringraziando le Compagne Francesca Perri ed Elisabetta Canitano che ci sostengono da sempre partecipando attivamente alle nostre iniziative, spendendosi molto per questo e con enorme sacrificio, visto che ci raggiungono in ogni angolo della lunga e dispersiva provincia pontina”.