Braccianti sfruttati, condanna definitiva per due imprenditori agricoli

Braccianti sfruttati, condanna definitiva per due imprenditori agricoli

Il sistema di sfruttamento a cui sono sottoposti tanti braccianti indiani nelle campagne di Sabaudia va avanti da tempo. Negli ultimi anni si sono accesi i riflettori su una simile piaga, ma il business criminale era in moto già sette anni fa. Lo conferma ora una sentenza della Corte di Cassazione, con cui sono stati condannati in via definitiva due imprenditori agricoli del posto e un intermediario di nazionalità indiana. La squadra mobile di Latina, in una delle prime indagini sullo schiavismo del terzo millennio, si concentrò sui braccianti fatti entrare illegalmente in Italia, pagando circa settemila euro per un contratto fittizio, e che una volta a Sabaudia, privati anche dei passaporti, subivano tentativi di estorsione da parte dei due imprenditori per poter ottenere la regolarizzazione continuare a lavorare. Condanne definitive ora a un anno e otto mesi di reclusione per Antonio Villacara, 44 anni, e la moglie Loriana Crociara, 39 anni, imprenditori agricoli di Sabaudia, e a un anno per Singh Aman Deep, 41 anni.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social