Voto, lotta studentesca interviene sull’abbassamento della soglia di età

Voto, lotta studentesca interviene sull’abbassamento della soglia di età

“Noi di Lotta Studentesca siamo fortemente contrari a questa mera propaganda di abbassare la soglia di età minima per il voto. Oggi come oggi, a 16 anni non si è sviluppata ancora una sufficiente capacità critica per distinguere le divergenze politiche e comprendere appieno le istituzioni che ci rappresentano. Sotto questo punto di vista non possiamo che condividere e riallacciarci alle dichiarazioni di Michelangelo de Nardis, attuale Presidente della consulta Provinciale degli studenti.


Aggiungiamo che l’ipotetica riforma del voto ai sedicenni è il capolavoro del dominio liberista in quanto, quest’ultimo, avendo perso il supporto dei lavoratori e della classe media/medio-bassa, tende ad ottenere quello dei ragazzini e lo fa con subdole manovre propagandistiche e miti di facile universalità .L’ultima di queste è l’ondata “verde” di Greta oppure tutta la campagna filo-europeista/mondialista che imperversa nei social, film, serie tv e piattaforme varie (estesa ormai anche nelle scuole).
Il compito di Lotta Studentesca è di sensibilizzare i ragazzi su queste questioni e farli lottare per i propri diritti, per la sicurezza dell’edilizia scolastica, per lo sfruttamento nell’alternanza scuola-lavoro, per il caro libri e tante altre questioni che non vengono -purtroppo- affatto considerate dai più. Il voto ai minorenni, quindi, è una grande pagliacciata propagandista utile al sistema e ai suoi mercanti.”

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]