“Chi deturpa sarà punito”, il Parco dà notizia della condanna per abusivismo

Tribunale di Cassino

Arriva la condanna per abusivismo edilizio per dei fatti del 2015. A darne notizia sui propri profili social ufficiali il Parco Riviera Di Ulisse.

Il Tribunale di Cassino – si legge nel post su Facebook – ha condannato in primo grado per abuso edilizio commesso all’interno del parco di Gianola e Monte di Scauri i due proprietari del fondo oggetto dell’illecito.


I fatti – spiegano dal Parco – risalgono all’inizio del 2015 quando i Guardiaparco sono intervenuti a porre sotto sequestro un prefabbricato, un manufatto e un cancello realizzati in zona Monte d’Oro a Scauri; denunciando il tutto all’Autorità Giudiziaria, la quale, al termine delle successive Indagini e del successivo Giudizio di I grado è giunta alla condanna dei responsabili, ex art 44 DPR 380/2001 a 5 mesi di Arresto e 15.100 euro di ammenda.

Il fatto che siano passati 4 anni per arrivare a una condanna di primo grado non toglie valore alla condanna che vuole essere da monito per tutti: chi deturpa il nostro parco, – concludono – presto o tardi, sarà punito”.