Parcheggi a Formia, Marciano interviene: “Nessuna vergogna?”

Parcheggi a Formia, Marciano interviene: “Nessuna vergogna?”

Continua l’accusa politica del consigliere comunale di opposizione del Partito Democratico Claudio Marciano in merito la questione della gestione delle strisce blu nel Comune di Formia. Già nei giorni scorsi lo stesso Marciano aveva attaccato l’Amministrazione per il bando e in modo particolare la società concessionaria. Ma adesso, Marciano, a pochi giorni dall’avvio della concessione se la prende anche con la società ausiliaria e di riflesso, ancora, con l’Amministrazione comunale.

Claudio Marciano

“Della società concessionaria K-City che dal 01 Ottobre gestirà la sosta a Formia abbiamo già detto – spiega Marciano nella nota -. Non ha mai vinto appalti prima d’ora. Non ha dipendenti. Ha un capitale sociale ridicolo e il suo core business sono le App e non certo la gestione della sosta. Non si è però detto ancora nulla sull’ausiliaria di questa società, quella su cui K-City si è appoggiata per avere i requisiti finanziari e professionali per poter partecipare alla gara, la Tmp. La TMP, anch’essa con sede legale a Portici, è infatti tristemente nota alle cronache giudiziarie per una catena di risoluzioni contrattuali, sospensioni da parte di Anac per gravi illeciti professionali, scontri con i sindacati e pessimi rapporti con le amministrazioni concedenti. 

Per tutte queste violazioni – riprende il consigliere Pd – la TMP è stata inserita nelle “bad company” dall’autorità nazionale sull’anticorruzione. Il 30 Aprile scorso il TAR ha confermato la sua esclusione per 45 giorni dalla possibilità di partecipare a gare d’appalto. Nei mesi precedenti questa società ha subito risoluzioni contrattuali a Marigliano, San Giorgio a Cremano, è stata esclusa per carenza di requisiti professionali a Treviso e Vibo Valentia, a Cassino ne ha combinate di tutti i colori facendo proclamare lo sciopero agli ausiliari. E queste sono solo una piccola parte delle notizie circolanti sul web. Del resto basta leggere la determina di aggiudicazione da parte del Comune di Formia per capire l’imbarazzo provato dalla nostra stazione appaltante. Alla Tmp sono infatti dedicati, nell’atto di aggiudicazione, diversi capoversi in cui si rilevano i problemi avuti dall’azienda con altri Comuni e Anac, si fa riferimento ad un presunto “self cleaning” (cioè a dire che si sono auto ripuliti) adottato dall’azienda per evitare gli errori del passato, la si ammette solo perché le carte sarebbero formalmente a posto. 

Mi chiedo – conclude nella nota l’esponente Dem – ma l’attuale maggioranza civica non si vergogna nemmeno un po’ di aver lasciato uno dei servizi più delicati della nostra città in mano ad aziende con pregressi del genere? Tutto questo pur di non ammettere di aver sbagliato a fare la gara? Che stomaco.”

You must be logged in to post a comment Login

h24Social