L’eurodeputato pontino Procaccini (FdI) interviene sull’accordo di Malta

L’eurodeputato pontino Procaccini (FdI) interviene sull’accordo di Malta

“Prepariamoci a una nuova ondata di partenze di migranti – ed inevitabilmente a un incremento di tragedie in mare – diretti verso l’Italia e le altre coste del Mediterraneo. D’altra parte, il messaggio che arriva da Malta è un invito all’immigrazione illegale e a tutti quelli che ci si stanno arricchendo. Già solo il cambio di governo italiano con la sostituzione del Ministro degli Interni ha portato questo mese di settembre ad un’impennata degli sbarchi come non si vedeva da anni, ci mancava solo l’annuncio ”porti aperti” di oggi”. Queste le parole di Nicola Procaccini, eurodeputato di Fratelli d’Italia, coordinatore per il Gruppo dei Conservatori nella Commissione immigrazione del Parlamento europeo.

‘L’accordo siglato a Malta rappresenta l’ennesimo tentativo di aggirare il problema con soluzioni tampone, e scarsamente lungimiranti. Non sarà certamente un meccanismo di redistribuzione temporaneo dei migranti, nè tantomeno un sistema di rotazione dei porti di approdo delle navi cariche di nuovi profughi, a risolvere il problema della pressione migratoria. Anzi, tali iniziative potrebbero addirittura fungere da incentivo per nuove partenze illegali. Non comprendiamo, inoltre, la necessità di dover ricollocare in giro per l’Europa persone che, nella maggior parte dei casi, dovranno essere rimpatriate. L’unica soluzione possibile è quella che noi di Fratelli d’Italia proponiamo da tempo: istituire un dispositivo navale di blocco delle partenze al largo delle coste africane, ed una selezione ”a monte” dei migranti a cui poter offrire il diritto di asilo”, conclude Procaccini.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]