Aula della Corte d’Assise deturpata dai monitor, protesta degli avvocati

Aula della Corte d’Assise deturpata dai monitor, protesta degli avvocati

I lavori fatti nell’aula della Corte d’Assise del Tribunale di Latina proprio non vanno giù agli avvocati. L’installazione di tre monitor direttamente sul travertino di quello spazio dell’ufficio giudiziario che rappresenta anche un’opera artistica è considerata dalle toghe come uno schiaffo alla storia della città.

Il presidente dell’Ordine degli avvocati, Giovanni Lauretti, ha quindi chiesto al presidente del Tribunale, Caterina Chiaravalloti, di intervenire affinché “venga trovata una collocazione alternativa ai monitor che assicuri la necessaria efficienza delle dotazioni tecniche e la salvaguardia del valore storico, architettonico e culturale dell’aula”.

Per modernizzare l’impianto di videoconferenza e di amplificazione dell’aula della Corte d’Assise, gli schermi sono stati messi direttamente sul travertino che riveste l’aula, impreziosita dall’altorilievo di Duilio Cambellotti dedicato al “Ciclo della Giustizia” e dagli arredi disegnati da Oriolo Frezzotti.

Un pezzo di storia che, come ha ricordato il presidente Lauretti nella nota inviata al presidente del Tribunale, è stato utilizzato più di una volta anche come set cinematografico.

L’Ordine non ha dubbi: “L’istallazione direttamente sul travertino dei televisori deturpa decisamente l’armonia artistica e l’impatto visivo della pregevole struttura dell’aula”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]