Regione, Simeone capogruppo di una Forza Italia decimata

Regione, Simeone capogruppo di una Forza Italia decimata

La politica nazionale entra a gamba tesa su quella regionale, ma ancor più Forza Italia deve fare i conti con l’inesorabile calo di consensi e fiducia degli elettori e gli addii politici e istituzionali.

In questo clima il consigliere regionale pontino Pino Simeone, uomo forte del sud pontino azzurro diventa capogruppo di Forza Italia alla Pisana, ma di esponenti del partito di Berlusconi in Regione ne rimangono solo in due: Simeone e Laura Cartaginese.

Hanno dato l’addio – in realtà già annunciato da tempo – Antonello Aurigemma, Adriano Palozzi e Pasquale Ciacciarelli. I tre ex esponenti azzurri vengono accreditati molto vicini al neonato movimento “Cambiamo” del presidente della Liguria Giovanni Toti, ma per ora sembrano aver aderito al gruppo misto.

Il consigliere regionale Pino Simeone e il senatore Claudio Fazzone

Insomma, quella che sembrava una grana importante per i dirigenti provinciali in vista del voto della prossima primavera a Terracina, dove a far parte del gruppo è rimasto il solo capogruppo, questa si rispecchia anche in regione, mentre in molti sono pronti a scommettere che uno dei principali soggetti politici della Seconda Repubblica stia letteralmente implodendo.

Una questione non di poco conto se si considera che a primavera non si rinnova solo l’amministrazione locale di Terracina, ma anche altri comuni importanti da un punto di vista di assetti, come ad esempio Fondi. Territori dove storicamente Forza Italia ha sempre avuto un grande peso negli anni passati.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }