Pallamano A1, finale amaro per la prima dell’HC Fondi: passa il Sassari

Pallamano A1, finale amaro per la prima dell’HC Fondi: passa il Sassari

Finisce sulla sirena con il gol di Brzic che chiude il match sul 25-26 gestendo al meglio i tre secondi a disposizione dei sardi prima della fine del tempo regolamentare. Il Sassari si porta due punti da Fondi al termine di una partita non delle più belle, che ha visto i rossoblù spesso rincorrere, finendo anche a -6 a inizio secondo tempo.

Il Raimond Sassari – come aveva spiegato anche il coach rossoblù Giacinto De Santis in settimana – si accredita come una delle squadre rivelazioni del campionato. C’è molto da recriminare in casa HC Banca Popolare Fondi però, che poteva e doveva fare di più.

Primo tempo molto tattico nelle prime battute, con le due difese abbastanza attente da non farsi sorprendere, poi l’altalena del punteggio: prima avanti il Sassari, poi il recupero di Leal e compagni, provando timidamente ad allungare ma sbagliando troppo soprattutto in fase offensiva e chiudendo la prima frazione di gioco sul 10-12.

La ripresa ha visto nei primi minuti tornare in campo solo gli ospiti, capaci di allungare su un costante +5 fino al 15’. Poi qualcosa è cambiato nei fondani che sono riusciti a riprendere il pallino del gioco e a provare a sfruttare una sanzione di 2’ per gli avversari. Da qui è iniziata la rimonta conclusasi al 25’ (23-23). Da qui fino alla fine si è giocato punto su punto, attacco su attacco, tra errori nelle ripartenze e belle realizzazioni personali. Gli ultimi minuti al cardiopalma hanno visto il Fondi sbagliare un attacco in modo grossolano a 30’’ dalla fine.

L’errore nella ripartenza del Sassari, però, non è stato sfruttato dai rossoblù che sull’asse Sciorsci-Pestillo non sono riusciti ad arrivare a rete. A soli 3’’ dalla sirena un fallo da posizione defilata faceva pensare ad un possibile pareggio come risultato finale, ma i sardi con uno schema da manuale hanno letteralmente imbambolato la difesa di casa portando a casa il match: Stabellini ha trovato Brzic solo al limite dell’area che l’ha messa alle spalle di Soliani. 25-26 il finale dal palazzetto dello sport di Fondi dal sapore davvero amaro per la compagine fondana.

Effettivamente c’è da lavorare in casa HC Fondi: i giovani che ancora devono crescere, Oliveira che deve entrare a pieno negli schemi dettati dal coach De Santis. Una nota positiva è sicuramente il fatto che un match che sembrava perso ha portato i rossoblù a giocarsi i due punti fino alla fine. Quella negativa è che con il livello dell’A1 che cresce, buttare punti preziosi in casa negli ultimi scampoli di partita brucia proprio. Ma è anche vero che se l’ultimo contropiede funzionava, avremmo parlato di tutt’altro bilancio. Una settimana di lavoro, poi i rossoblù ripartono dalla trasferta di Metelli Cologne.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]