La Selva, ricorsi respinti: confisca definitiva dei villini

La Selva, ricorsi respinti: confisca definitiva dei villini

Definitive condanna e confisca. La Corte di Cassazione ha rigettato i ricorsi dei due imputati nel processo per i 33 villini realizzati in località La Selva, sulla Flacca, a Fondi, una lottizzazione abusiva.

A indagare su quelle costruzioni sono stati i forestali del Nipaf che, nel 2008, su ordine del sostituto procuratore Giuseppe Miliano sequestrarono quegli immobili, acquistati tutti da campani, un romano e un fondano.

Venne ipotizzato il reato di lottizzazione abusiva e con tale accusa vennero condannati dal Tribunale di Terracina il costruttore dei villini, Marcello Moretti, e l’allora dirigente comunale all’urbanistica, Martino Di Marco.

Nel 2012 la Corte d’Appello di Roma, riformando la sentenza, ha prosciolto Moretti per intervenuta prescrizione e ha condannato Di Marco, che ha rinunciato ad avvalersi della prescrizione, a otto mesi di reclusione e ottomila euro di multa.

La Corte d’Appello ha inoltre confermato la confisca degli immobili.

I due imputati hanno quindi fatto ricorso in Cassazione, che ha però avallato la sentenza d’appello.

Condanna confermata dunque per Di Marco e villini ora di proprietà dello Stato.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]