Morto nel casolare per overdose, indagati i presunti spacciatori

Morto nel casolare per overdose, indagati i presunti spacciatori

Un dramma inaspettato a scuotere la comunità di Itri: la morte di un 28enne, rinvenuto privo di vita all’interno di un casolare. Un’esistenza stroncata prematuramente dalla droga, dicono gli accertamenti dei carabinieri. Il giovane è morto per un’overdose di eroina, con gli investigatori da subito col fiato sul collo dei presunti pusher che gli avrebbero venduto la dose rivelatasi letale. In tal senso ci sono due indagati, del posto.

Il corpo di Dario N., figlio di un agronomo e un’insegnante, noto in paese anche per la sua passione per la musica, è stato trovato sabato sera dai vigili del fuoco, attivatisi dopo l’allarme iniziale. Il ragazzo mancava infatti all’appello dalla serata precedente. Ore di angoscia, seguite dalla scoperta della tragedia.

Il cadavere del 28enne era riverso in terra all’interno di un casolare abbandonato, un deposito agricolo in località Cescole-Cappuccini, a non molta distanza dal centro urbano. Pochi, sin da subito, i dubbi dei carabinieri rispetto alle cause del decesso. Che quasi immediatamente hanno portato i militari della Stazione locale e della Compagnia di Formia sulle tracce degli spacciatori al centro della cessione letale. Sul registro degli indagati, sono finiti un 42enne e un 31enne. Massimo, comunque, il riserbo tenuto al momento dagli inquirenti.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social