Formia Rifiuti Zero, Raphael Rossi raddoppia (ma non lascia)

Raphael Rossi, amministratore unico di Formia Rifiuti Zero

Nuovo incarico, per l’amministratore della Formia Rifiuti Zero Raphael Rossi. Che però non lascia la società pontina. Ha avuto modo di sottolinearlo egli stesso, in una lettera aperta indirizzata ai dipendenti della FRZ. Un modo per rispondere anche “ai tanti colleghi e amici formiani e laziali che mi hanno scritto”.

“Vi scrivo per comunicarvi che ieri 23 luglio su richiesta del nuovo Sindaco di Livorno ho accettato di diventare Amministratore Unico della AAMPS spa, l’azienda della città che cura la raccolta differenziata, il decoro e che gestisce diversi impianti di trattamento rifiuti.


Si tratta di due ruoli che non presentano incompatibilità, né formali, né sostanziali, quindi rimarrò amministratore di Formia Rifiuti Zero che ha delle scadenze importanti da raggiungere.

Ci aiuterà l’entrata in funzione del nuovo direttore di cui abbiamo pubblicato la settimana scorsa gli esiti della selezione e che dovrebbe entrare in servizio già ad agosto.

Sebbene io rimanga al servizio della FRZ in questi momenti la mente corre ai bilanci e a l’enorme lavoro fatto in così poco tempo.

Vi ricordate il 2015? Partimmo con una sede in prestito, mezzi a noleggio, ma soprattutto delle persone che in parte avevano perso entusiasmo per via dei continui cambi di gestione.

Cosa siamo oggi? Un’azienda che viene studiata in tutta Italia, indicata come esempio di buona amministrazione, che ha raggiunto il 72% di raccolta differenziata, che ha le tariffe più basse dei comuni costieri limitrofi e che ha ricevuto numerose richieste di adesione da parte di comuni del territorio.

Un’azienda piccola ma solida, certificata in qualità, che paga sempre con puntualità, che ogni anno restituisce al Comune di Formia non solo impegno e dedizione ma anche risorse economiche che rinuncia a fatturare, sebbene dovute, perché derivanti da risparmi di gestione.

Voglio ringraziarvi uno per uno, e una per una, per tutto quello che abbiamo conseguito, occorre però che, insieme, si continui in questa direzione e si migliori ancora.

Visto che lavoriamo per la collettività e in particolare per i cittadini di Formia e di Ventotene, dobbiamo sempre migliorare e riprendendo lo slogan che sintetizza la nostra missione “proteggere la bellezza”.

Dobbiamo difendere il nostro territorio, l’ambiente, il mare, la montagna, ma anche gli automezzi e le persone che lavorano con noi.

Dobbiamo proseguire, tutti insieme, la storia di questi ultimi quattro anni per costruire un futuro rifiuti zero”.