Recuperata in Svizzera la “Fanciulla con colomba” ora esposta a Roma

Recuperata in Svizzera la “Fanciulla con colomba” ora esposta a Roma

Mercoledì 3 luglio una delegazione del Comune di Norma, capeggiata dal sindaco Gianfranco Tessitori, con il vicesindaco Elisa Ricci e l’assessore al turismo, sport e politiche giovanili, Luca De Mei, ha visitato la mostra “L’arte di salvare l’arte. Frammenti di storia d’Italia”, presso il Palazzo del Quirinale nelle sale della Palazzina Gregoriana.
L’esposizione, curata dal prof. Francesco Buranelli, è realizzata in occasione del 50° anniversario dell’istituzione del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, reparto specializzato dell’Arma dei Carabinieri istituito nel 1969.
La mostra è gratuita ed espone alcuni dei più rilevanti beni culturali recuperati in cinquant’anni di attività investigativa, unitamente ad altre opere restituite al patrimonio artistico nazionale grazie all’intensa azione di diplomazia culturale.
Si ammirano oggetti di inestimabile valore storico-artistico che sono stati trafugati da musei, chiese, siti archeologici, biblioteche e archivi, e personale specializzato guida il visitatore lungo il percorso espositivo e fa conoscere la storia del recupero delle opere in mostra.
Tra di esse, accanto a capolavori di Van Gogh, Piero della Francesca, Mantegna, Cézanne e a celeberrimi reperti archeologici come il Cratere di Euphronios, il Trapezophoros, la Triade Capitolina, vi è il bronzetto di “Fanciulla con colomba” rinvenuto a Norba nel 1902 nello scavo del deposito votivo del Santuario di Giunone Lucina.

Il recupero della statuetta è avvenuto il 21 maggio 2019 a Schaffhausen (Svizzera).
E’ considerata quale immagine di offerente, inquadrata cronologicamente nel IV sec. a.C. (350 a.C.). “E’ stata una grandissima emozione poter “riabbracciare” la statuetta e sapere che fa parte nuovamente del patrimonio storico-archeologico italiano”, ha commentato il sindaco Granfranco Tessitori, “Il Comune di Norma sta lavorando fianco a fianco con tutte le Istituzioni competenti, che ringrazio sentitamente per le attività che svolgono e per l’impegno dimostrato nei confronti del nostro paese”. “Il recupero della fanciulla con colomba è un altro elemento di grande prestigio per Norba e Norma”, afferma il vicesindaco ed assessore alla cultura, Elisa Ricci, “Il valore storico-archeologico e di identità racchiuso nel recupero di questo bene culturale è assolutamente unico. Siamo sempre più vicini al ritorno a Norma della “fanciulla”, unitamente ad altri reperti archeologici: il tutto andrà ad ampliare il nostro museo e quindi il nostro patrimonio”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social