Organizzazione criminale all’ombra del 70° Stormo: in quattro a giudizio

Organizzazione criminale all’ombra del 70° Stormo: in quattro a giudizio

Tutti a giudizio gli imputati per quella che secondo gli inquirenti sarebbe stata un’associazione per delinquere costituita all’ombra del 70° Stormo dell’Aeronautica Militare a Latina Scalo, impegnata ad appropriarsi di centinaia di pezzi di aeromobili e poi a rivenderli per piazzarli sul mercato nero.

Un processo frutto delle indagini iniziate quattro anni fa dalla Guardia di finanza di Varese.

Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina, Mario La Rosa, ha rinviato a giudizio Luigi D’Ambrini, 58 anni, di Sezze, dipendente dell’azienda aeronautica Sicamb, che nel sistema illecito avrebbe fatto da tramite a un altro indagato, poi deceduto, per l’acquisto dei pezzi di ricambio trafugati, Cesario Pecovela, 57 anni, casertano, luogotenente dell’Aeronautica, capo Nucleo materiale efficiente, inefficiente e fuori uso del magazzino Materiale Speciale Aeronautico del 70° Stormo, Salvatore Caserta, 49 anni, di Frattamaggiore, in provincia di Napoli, maresciallo dell’Aeronautica, consegnatario del magazzino del Materiale Speciale Aeronautico del Gruppo Efficienza Aeromobile, e Augusto Scellino, 55 anni, di Latina, luogotenente dell’Aeronautica, sottufficiale tecnico del Gea.

I quattro, difesi dagli avvocati Giammarco Conca, Enzo Guida, Giovanni Giordano, Carmine Caserta e Federico Trasacco, dovranno comparire davanti al I collegio del Tribunale di Latina il prossimo 19 febbraio.

Secondo gli inquirenti, la presunta organizzazione criminale si sarebbe procurata i componenti militari chiedendo pezzi di ricambio in forza del contratto di servizio di manutenzione e riparazione dei velivoli SF260EA in uso, prelevandoli così dal magazzino Alenia Aermacchi e dichiarando falsamente di impiegarli sugli aeromobili, o dichiarando che alcuni pezzi, perfettamente efficienti, erano fuori uso.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]