La domus romana interrata e il cantiere in piena estate: Sant’Anastasia, “la piazza dello scempio”

La domus romana interrata e il cantiere in piena estate: Sant’Anastasia, “la piazza dello scempio”

Piazza Sant’Anastasia, che doveva essere il fiore all’occhiello del litorale fondano, ad estate iniziata si ritrova ad essere preda di un nuovo cantiere. “Un’opera abbandonata a se stessa che si è persa tra i tentennamenti degli uffici ed il degrado”, attaccano dal coordinamento della Lega di Fondi.

“Il 12/07/2018, iniziarono i lavori per il suo rifacimento. Oggi dopo circa un anno rileviamo che inspiegabilmente e purtroppo in piena stagione estiva, vengono cambiate le carte in tavola come facilmente si può rilevare dal cartello inizio lavori. Qualcuno potrebbe spiegarci cosa sta succedendo?

Certo è che non è un bel vedere per i fondani oltre che una pessima pubblicità per i turisti giungere dinanzi ad una piazza-cantiere, ad un ponte non accessibile e constatare la non fruibilità della parte destra del canale. Come stanno vivendo questo stato di cose gli imprenditori assegnatari delle concessioni balneari?

Se poi spostiamo la nostra prospettiva leggermente sulla sinistra della piazza – sottolineano i leghisti della Piana – si rileva un altro ‘obbrobrio’, un vero e proprio pugno nell’occhio: un cumulo di detriti sull’area dove sono stati ritrovati (per poi essere ricoperti) i resti di una domus romana.

In tutte le altre parti del mondo, i resti archeologici vengono riportati alla luce, per essere ammirati e trasformati in attrattive turistiche, a Fondi invece si ricoprono con le macerie prodotte dagli stessi scavi per essere sicuri che non vedano mai la luce.

No, non è nello stile della Lega rimanere a guardare questi avvenimenti privi di logica e buonsenso. Possibile che nessuna autorità preposta metta fine a questo scempio? Quanto sarebbe bello vedere quell’area archeologica nel suo miglior splendore? Che fine ha fatto il progetto originario a firma dell’architetto Linda De Luca?

Questo è il quadro poco edificante di come vengono affrontate da anni le problematiche amministrative nella nostra Fondi; la campagna elettorale migliore consiste nel buon amministrare per chi ne ha l’opportunità, in questo caso siamo quasi giunti al termine e purtroppo ci rimangono solo tante parole al vento e altrettante promesse non mantenute oltre alla nostra città ormai spenta che necessita di una nuova classe dirigente per farla ripartire verso lo splendore che merita. Noi della Lega? Siamo pronti”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social