Intimidazione al Parco del Circeo, la solidarietà di Legambiente e Fare Verde

Intimidazione al Parco del Circeo, la solidarietà di Legambiente e Fare Verde

Continua l’ondata di attestati di solidarietà nei confronti dell’Ente Parco del Circeo e dei carabinieri forestali, oggetto nei giorni scorsi di una pesantissima intimidazione con taniche di gasolio e cartucce da cinghiale, atto che ieri ha portato anche alla venuta del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

“I Circoli Legambiente della provincia di Latina – Latina-Monti Lepini, Terracina, il Circolo Intercomunale ‘Luigi Di Biasio’ (Fondi, Monte S. Biagio, Lenola, Campodimele, Itri, Sperlonga), i Circoli di Sabaudia e ‘Verde Azzurro’ Sud Pontino condannano fermamente l’episodio ed esprimono tutta la loro solidarietà nei confronti del luogotenente Alessandro Rossi dei carabinieri forestali, del direttore del Parco Paolo Cassola, della stazione territoriale e dell’Ente Parco.

Legambiente, nel ringraziare il Corpo e l’Ente per l’incessante lavoro che viene messo in campo quotidianamente contro i reati ambientali e a favore della tutela dell’ambiente come bene comune, auspica che i responsabili dell’atto vandalico perpetrato vengano immediatamente individuati e assicurati alla giustizia, confidando nel buon operato della magistratura e delle forze dell’ordine”.

Secondo i Circoli pontini di Legambiente, infine, “la legalità in un territorio di altissimo pregio ambientale come quello del Parco del Circeo non è negoziabile, non scende a compromessi e l’associazione è pronta a sostenere la sinergia tra Parco, carabinieri forestali e tutti gli altri organi di polizia giudiziaria oggi coesi più che mai nell’interesse dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile del territorio”.

Sulla stessa lunghezza d’onda – e ci mancherebbe – gli ambientalisti dell’associazione Fare Verde: “Segnali chiari e preoccupanti”, sottolineano dall’onlus. “Fare Verde sostiene con forza l’attività di salvaguardia ambientale dei carabinieri forestali, quindi, auspica che le indagini facciano quanto prima chiarezza su questo atto intimidatorio.

I Gruppi di Fare Verde della Provincia di Latina ribadiscono l’importanza dell’attività di monitoraggio e controllo portati avanti dal Parco, e colgono l’occasione per chiedere un sempre maggiore sostegno da parte del Ministero dell’Ambiente, della Regione Lazio e di tutti gli Enti e le Istituzioni del territorio”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social