Intimidazione al Parco del Circeo, il Ministro dell’Ambiente: “Non tolleriamo attacchi criminali”

Intimidazione al Parco del Circeo, il Ministro dell’Ambiente: “Non tolleriamo attacchi criminali”

Sull’atto intimidatorio al Parco nazionale del Circeo, dove sono state rinvenute tre taniche di liquido infiammabile e una lettera minatoria indirizzata al comandante dei carabinieri forestali, in queste ore in mano agli specialisti del Ris, è subito intervenuto anche il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

“Un gesto volto a condizionare chi ogni giorno lavora e lotta per la tutela della legalità e dell’ambiente in una zona sotto attacco del malaffare e degli appetiti criminali”, commenta. “Nella mia vita ho condotto tante indagini contro i criminali ambientali e so che significa essere minacciati. Per questo io e il Ministero siamo al fianco dei Carabinieri Forestali che continuamente controllano e presidiano il parco.

Un attentato vile. Ecco perché è urgente tutelare i parchi. Ecco perché stiamo lavorando pancia a terra, tutti i giorni, con tutte le forze politiche, per portare a casa nel minor tempo possibile le nomine, proprio a partire da quella del Circeo.

È una nuova visione quella che stiamo portando avanti: competenza, lotta contro l’illegalitá e trasparenza devono viaggiare insieme. E così stiamo facendo.

A giorni la nomina per il Circeo sarà effettiva, così come quelle di altri Parchi italiani con professionalità di alto spessore e che sapranno lavorare al servizio del bene comune e della tutela del territorio e della biodiversità.

Adesso tutti gli attori concorrano ad accelerare il processo lavorando tutti insieme per il bene della collettività e dell’ambiente. Non tolleriamo attacchi criminali ai parchi”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social