In casa mezzo chilo di droga e una mini-serra per la marijuana: giovane in manette

Nella serata di ieri, in località Sezze Scalo, personale della Squadra Mobile di Latina ha tratto in arresto in flagranza di reato Daniele D.A., 22enne nativo di Roma: è accusato di spaccio di hashish e marijuana.

Il giovane è finito in manette nell’ambito di una mirata attività info-investigativa, con gli agenti che ne hanno attenzionato la casa, segnalata come luogo di smercio di sostanze stupefacenti.


“Si approntava allora un servizio di osservazione davanti l’abitazione in questione, potendo constatare in effetti un continuo andirivieni di ragazzi che entravano ed uscivano dalla stessa”, spiegano dalla Questura di Latina a margine del blitz, avvenuto giovedì sera.

Gli agenti della Squadra Mobile, approfittando della visita contemporanea di tre ragazzi, hanno fatto irruzione dal portoncino d’ingresso che dà direttamente sul salone, dove era presente il 22enne, procedendo ad una perquisizione personale e domiciliare che alla fine ha permesso di rinvenire e sequestrare complessivamente più di mezzo chilo di sostanza stupefacente tra hashish e marijuana. Oltre a circa 1500 euro in contanti, somma verosimilmente ritenuta provento di spaccio, e a vario materiale per il taglio ed il confezionamento.

All’interno di una stanza dello stesso immobile, situata al piano primo e priva di mobilio, i poliziotti hanno infine sequestrato una serra artigianale dell’altezza di circa due metri, munita di lampade alogene, aspiratori, ventilatori e termometro, all’interno della quale si trovavano due piante di canapa indiana invasate.

Al termine delle formalità di rito, il giovane l’arrestato è stato associato presso la locale casa circondariale, a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa di convalida.