Acquacoltura “ciao” a Vindicio, Potere al popolo a favore della proposta di delibera

Acquacoltura “ciao” a Vindicio, Potere al popolo a favore della proposta di delibera

“Noi di Potere al popolo Latina e provincia seguiremo favorevolmente e con attenzione l‘iter di questa delibera comunale che sarà proposta in consiglio martedì prossimo“. Lo scrive il partito in una nota riferita alla proposta di deliberazione sugli impianti di acquacoltura di Vindicio, a Formia.

“Sosteniamo benevolmente tale iniziativa, e siamo contenti che, anche dalle istituzioni, provengano segnali positivi per la risoluzione di questo ventennale problema, che ha afflitto in maniera molto determinante e distruttiva l’ecosistema e la bellezza del nostro golfo; siamo pienamente consapevoli che questo è il momento in cui non si può assolutamente abbassare la guardia, la scadenza delle concessioni attuali impone sicuramente un controllo sociale e popolare maggiore sui prossimi iter amministrativi, che verranno messi in atto riguardo il rinnovo; un rinnovo decennale sarebbe oggettivamente catastrofico e non solo per l’ecosistema marino, ma anche per sviluppi futuri turistici, commerciali, progettuali e sociali della nostra zona.

Il nostro timore è che succeda come accaduto circa un anno fa per il pontile petroli, in cui ci siamo trovati davanti ad un rinnovo quinquennale dalla sera alla mattina, di cui nessuno aveva conoscenza. Dobbiamo quindi tutti quanti prestare parecchia attenzione su quello che succederà tra poco, tutta la cittadinanza dovrà esercitare un forte controllo sociale, per impedire che succedano cose come questa. Questo è un problema che non ha uno specifico colore politico, ma riguarda tutti noi cittadini del Golfo e abitanti di questa zona.

Noi chiediamo che venga data piena attuazione alla delibera che istituisce il Golfo area sensibile e quindi non vengano rinnovate tali concessioni alla loro scadenza; ricognizione e controllo delle concessioni esistenti attualmente in mare; che il nostro ecosistema Marino sia tutelato è protetto e che queste non siano solo belle parole, ma siano fatti, onde non ripetere in futuro determinati errori ed elargire facili concessioni in zone di mare protette e sensibili. Siamo disposti anche alla disobbedienza civile per la salvaguardia della nostra terra”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social