Alberto e Carlo, una passione per il mare e per la vela senza confini

Alberto e Carlo, una passione per il mare e per la vela senza confini

E’ una storia eccezionale quella ci arriva dal circolo Vela Viva che con piacere riportiamo. “Alberto e Carlo sono due Velisti che si conoscono, stimano e ‘fanno equipaggio quando vanno in barca, soli, senza nessuno che, a bordo, gli suggerisca dove siano le scotte, i verricelli o da dove arrivi il vento…loro sono ciechi totali ma la cosa sembra non essere un problema, tanto da riuscire a navigare e, ancor di più, a competere con altri non vedenti.
Nella settimana appena trascorsa, a Salerno, sono stati disputati i Mondiali di vela, presenti cinque nazioni, ed i nostri ‘eroi’ sono i detentori del titolo, vinto esattamente un anno fa sempre nelle stesse acque.
La base a terra è stata il Circolo Velico Azimuth, presidente il vulcanico Giovanni Carella, il quale ha messo in acqua un’impeccabile organizzazione; indispensabile la presenza di Homerus, associazione gardesana del “visionario” Alessandro Gaoso, dalla cui sensibilità tutto ha avuto origine.
Per il Circolo Nautico Vela Viva, erano presenti Peppe Silvestre e Fulvio Giordano che hanno consegnato una targa ricordo ad Alberto Prudenzano e Carlo Loreti, campioni del mondo in carica, i quali hanno difeso il titolo e concluso questo mondiale con un più che onorevole terzo posto di categoria.
La vela come inclusione è senz’altro un mezzo ampiamente conosciuto e praticato a Vendicio dal CNVV, da sempre attento e, soprattutto, attivo nel binomio vela-disabilità ed impegnato nel sociale, e non poteva mancare il nostro riconoscimento alla straordinarietà dell’impegno di questi velisti particolarmente abili.
Il Presidente Carella, squisito padrone di casa, ha donato al CNVV una ceramica decorata e cotta appositamente per l’evento, a dimostrazione dell’apertura e voglia dei circoli velici di fare squadra.
Il Circolo Vela Viva attende quanto prima gli atleti nel nostro Mare, auspicando la partecipazione degli altri CC.VV. e delle istituzioni per una regata velica in cui, fin troppo facile prevederlo, a vincere saranno davvero tutti”

You must be logged in to post a comment Login

h24Social