Commercianti costretti a pulirsi la spiaggia, interviene Scinicariello

Commercianti costretti a pulirsi la spiaggia, interviene Scinicariello

Nuova segnalazione dal consigliere comunale Emiliano Scinicariello che dopo avere raccolto le istanze di alcuni cittadini, interviene dalla sua pagina Facebook sullo stato in cui versano le spiagge a Gaeta. “Ieri – si legge nel post – ho ricevuto un’altra segnalazione, l’ennesima, di cittadini esasperati dalla scarsissima qualità del servizio di raccolta dei rifiuti. Questa volta è toccato ad operatori commerciali, che hanno provveduto, per quanto nelle loro possibilità, a ripulire un arenile ridotto in condizioni pietose. La pulizia delle spiagge, se non ricordo male (in realtà ricordo benissimo) costa 230.000 euro l’anno, e la cadenza in periodi come questo dovrebbe essere tale, da non lasciare che un cane morto si decomponga (la prima foto è emblematica).
Qui non è più neanche un problema politico-amministrativo, ma inizia a riguardare altri ambiti, altre istituzioni.
Chi doveva sapere cosa accade a Gaeta per questo scellerato servizio, sa già di cosa si parla. E se vuole ha materiale per approfondire. Se vuole…

P.S.
Mi preme dire, senza retorica, che sono sempre più convinto della qualità – anche umana – degli operatori del servizio, dei lavoratori (gran parte di loro, almeno), i quali con scarsissimi mezzi (certamente non tutti quelli previsti dal capitolato) fanno salti mortali, quando sollecitati, per senso del dovere e perché “ci mettono la faccia”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]