Immigrazione clandestina, due anni e mezzo a un imprenditore fondano

Immigrazione clandestina, due anni e mezzo a un imprenditore fondano

Due anni e mezzo di reclusione. Questa la condanna inflitta dal Tribunale di Latina all’imprenditore agricolo Eugenio Salvatore Maiorana, di Fondi, accusato di aver favorito l’immigrazione clandestina. Otto anni fa l’imputato, ricorrendo a una serie di falsi, con documenti necessari al nulla osta agli ingressi degli stranieri, fatti sfruttando i nomi di due imprenditori ignari, avrebbe consentito l’ingresso in Italia di 146 braccianti. Il solito business legato ai braccianti. Un sistema che sarebbe andato avanti per circa tre anni e per cui il pm Giuseppe Miliano aveva chiesto una condanna a sei anni e dieci mesi di reclusione.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social