Elezioni europee: anche la provincia di Latina al voto. Sei candidati pontini guardano a Strasburgo

Elezioni europee: anche la provincia di Latina al voto. Sei candidati pontini guardano a Strasburgo

È ufficiale, Salvatore De Meo di Forza Italia è tra i 76 eletti all’europarlamento grazie al recupero dei resti del sistema proporzionale che assegna i seggi. Primi non eletti delle loro liste Matteo Adinolfi (Lega) e Nicola Procaccini (Fratelli d’Italia), pronti a subentrare vista la plausibile rinuncia al seggio dei capilista Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Dovrebbero dunque essere in tre gli eurodeputati pontini alla volta di Strasburgo.

Arrivano i risultati definitivi anche delle preferenze: è il sindaco di Terracina Nicola Procaccini (Fratelli d’Italia) il candidato pontino più votato della Circoscrizione Centro. Per lui 42.044 preferenze. Numeri che dovrebbero bastargli a staccare un biglietto per Strasburgo. Molto bene anche Matteo Adinolfi (Lega) che ne raccoglie 31.407. Anche lui ha buone chance di andare in Europa. Quasi impossibile la sfida del primo cittadino di Fondi Salvatore De Meo. Le oltre le 22 mila preferenze e il secondo piazzamento dietro a Tajani potrebbero non bastare.

Risultati definitivi in Provincia di Latina (Fonte Ministero dell’Interno): Lega 38,90 (91.230 voti), M5S 16,73 (39.242 voti), Partito Democratico 14,82% (34.744 voti), Forza Italia 11,98% (28.104 voti), Fratelli d’Italia 10,58% (24.816 voti) e poi tutti gli altri. + Europa 2,10%, Europa Verde 1,27%, La Sinistra 1,12%, Partito Comunista 0,82%, CasaPound 0,63%, altri 1%.

LA NOTTE ELETTORALE – SPECIALE EUROPEE (Video Completo)

AFFLUENZA ORE 23 – Si chiude con un’affluenza del 52,59%

AFFLUENZA ORE 19 – Affluenza al 41,42%, come comunicato dal sito del Ministero dell’Interno (cinque anni fa era al 38%).

AFFLUENZA ORE 12 – Percentuale costante rispetto al 2014, in Provincia di Latina leggermente in aumento. Alle ore 12, nei seggi pontini avevano già votato il 16,07%, rispetto al 14,71 delle precedenti Europee. Al netto dei comuni dove si stanno anche svolgendo le Comunali e che hanno un impatto d’affluenza più elevato in media rispetto agli altri, da registrare la percentuale di Sperlonga del 20,56%, tra le più alte seppur in calo rispetto al 2014 e di Norma al 19,24%. Tra i Comuni con la percentuale d’affluenza più bassa Ponza con il 7,40%, ma in crescita rispetto alla precedente consultazione e Gaeta all’11,42%. Prossima rilevazione alle ore 19.

SI VOTA IL 26 MAGGIO

Quasi 400 milioni, gli elettori dei Paesi dell’Unione Europea ad essere chiamati alle urne per l’elezione dei propri rappresentanti al Parlamento Europeo. In Italia si voterà domenica 26 maggio, con i seggi aperti dalle 7 alle 23

L’Italia eleggerà 73 eurodeputati + 3. Questi ultimi verranno dichiarati eletti nella data – non ancora stabilita – in cui il Regno Unito uscirà dall’Unione.

Per votare basterà recarsi al proprio seggio elettorale in possesso di carta d’identità e tessera elettorale.

La Provincia di Latina è collocata all’interno della circoscrizione Italia Centrale che comprende le regioni di Lazio, Toscana, Umbria e Marche.

Sei, i candidati locali in corsa per un posto al Parlamento Europeo: Matteo Adinolfi (Lega), Benedetto Crocco (Partito comunista), Salvatore De Meo (FI), Cristina Iacovacci (Casapound), Gianluca Macone (M5S), Nicola Procaccini (FdI)

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI

COME SI VOTA

La circoscrizione Italia Centrale è caratterizzata dal colore rosso. Sulla scheda compaiono i simboli dei partiti e delle liste in corsa e accanto a questi lo spazio per poter esprimere le preferenze (massimo 3 rispettando le differenze di genere).

Si può votare anche solo barrando il simbolo che si preferisce.

Dopo aver barrato il simbolo, è facoltà dell’elettore esprimere un massimo di tre preferenze, rispettando le differenze di genere (es. uomo-donna-uomo o donna-uomo-donna)

È possibile anche esprimere solo una preferenza o due preferenze, in questo secondo caso sempre rispettando l’equilibrio di genere.

Se si esprimono più preferenze senza rispettare le differenze di genere, il voto può essere parzialmente annullato.

Anche se per esempio si barra il simbolo del “partito 1” e si scrivono due nominativi presenti nella “lista 6”, il voto può essere contestato e parzialmente annullato. 

Non è prevista la possibilità di votare mettendo i numeri dei candidati presenti il lista. In tal caso il voto potrebbe essere annullato.

Il voto è sicuramente nullo se si barrano due simboli diversi.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social