Il giorno del dolore: lutto cittadino per Francesco, morto a quasi due anni dall’incidente

Il giorno del dolore: lutto cittadino per Francesco, morto a quasi due anni dall’incidente

Un profondo strazio a stravolgere la quotidianità di Santi Cosma e Damiano. Quello per la prematura scomparsa del 22enne Francesco Bozzella, venuto a mancare sabato 4 maggio presso un centro di riabilitazione di Imola. Una struttura che aveva accolto il giovane pontino nelle travagliate fasi seguite a un incidente stradale avvenuto in paese quasi due anni fa, il 28 luglio del 2017. Bozzella, alla guida di una Smart, all’altezza dell’incrocio tra via Porto Galeo e via Stradone rimase coinvolto in uno pauroso scontro con un’auto condotta da un 85enne.

Da lì, gravi ferite e un calvario finito nel peggiore dei modi la scorsa settimana, gettando nello sconforto familiari, amici e semplici conoscenti. Ma non solo: ad essere colpita da questa prematura perdita è stata l’intera comunità. E a testimonianza di ciò, in concomitanza con l’ultimo saluto al ragazzo, c’è anche la giornata di lutto cittadino proclamata tenendo conto “che l’amministrazione comunale, raccogliendo la spontanea partecipazione ed il sentire convinto dei cittadini, intende manifestare in modo solenne il dolore dell’intera popolazione per questo grave lutto”, come sottolineato dal sindaco Franco Taddeo in un’ordinanza emessa giovedì.

Dopo aver sentito Giunta e presidente del consiglio comunale, e informato il Prefetto, Taddeo ha ordinato per oggi, venerdì, giornata in cui è stata fissata la cerimonia funebre, “l’esposizione delle bandiere a mezz’asta sugli edifici comunali”, nonché la sospensione delle “manifestazioni pubbliche a carattere ludico e ricreativo eventualmente previste durante il periodo di celebrazione delle esequie”, invitando contestualmente “tutti i cittadini, le istituzioni pubbliche, le organizzazioni sociali, culturali, produttive ed i titolari di attività private di ogni genere (bar, esercizi commerciali ed artigianali) a manifestare il proprio cordoglio nelle forme ritenute più opportune, ed a sospendere, dalle 15.30 alle ore 18, le rispettive attività, con esclusione dei servizi indispensabili ed obbligatori”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]