Rapine alle autolinee, condannata la banda degli egiziani

Rapine alle autolinee, condannata la banda degli egiziani

Ventuno anni di carcere per le rapine in serie consumate alla stazione delle autolinee da quella che è diventata nota alle cronache come la banda degli egiziani.

A tanto ammontano le condanne inflitte dal giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina, Pierpaolo Bortone, ai cinque imputati.

Tra la fine del 2017 e i primi mesi dello scorso anno, a Latina, nella zona delle autolinee sono aumentati notevolmente scippi e rapine a danno soprattutto di giovani in attesa di prendere l’autobus.

Le indagini della squadra mobile e della squadra volante hanno portato a un gruppo di cittadini di nazionalità egiziana, che sarebbero stati soliti individuare la vittima, avvicinarsi a quest’ultima con una scusa, accerchiarla e rapinarla di denaro, telefono cellulare e altri oggetti di valore.

Lo scorso anno, a metà maggio, sono stati così arrestati cinque stranieri, tutti tra i 18 e i 25 anni, due dei quali si erano trasferiti a Sulmona e Livorno, e un sesto, essendo minorenne, è stato denunciato alla Procura per i minori di Roma.

I cinque hanno poi scelto di essere giudicati con rito abbreviato, puntando così allo sconto di un terzo della pena, e per loro ora è arrivata la condanna.

Quattro anni e mezzo di reclusione Moussa Ragab Farouk Mostafa, quattro anni e due mesi per Ahmed Ibrahim Elmohamdy Elabid e Hesham Fawuzy Mohamed Mohamed Elbahlawan e quattro anni per Husam Hassan Alì Shuhata e Fathy Gattas.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]