Strage di pecore e agnelli, potrebbero essere stati i lupi

Strage di pecore e agnelli, potrebbero essere stati i lupi

La denuncia la fa tramite i propri canali mediatici l’APAC (Alleanza dei Pastori Aurunci e Ciociari), con un post titolato “1 maggio con i lupi” e documentando il tutto con una serie di foto, che anche per questioni di sensibilità, riportiamo solo in parte.

In tutti gli scatti, compreso quello che abbiamo inserito nell’articolo, si vedono gli animali ammazzati a Minturno, uccisi all’interno del loro recinto in contrada Sollecciano.

A fare l’amara scoperta, la mattina del primo maggio, proprio la famiglia di pastori, che recandosi presso il recinto hanno scoperto la carneficina con sei animali morti e due agnellini scomparsi. Tutti presentano le medesime ferite alla gola, probabilmente sgozzati con un morso.

Ad ammazzarli potrebbero essere stati i lupi. Tra le ipotesi, però, anche queste riportate dall’APAC, potrebbe esserci quella dell’ibridazione dei lupi con i cani. Ovvero con cani randagi che accoppiandosi con lupi femmina danno vita a meticci che possono rappresentare un pericolo sia per l’uomo, perché tendono ad avvicinarsi maggiormente ai centri abitati, sia per gli animali. Anche perché da prassi, il lupo attacca per sfamarsi, difficile che lasci pecore morte nel recinto. Nella denuncia dei pastori del territorio un richiamo agli Enti Parchi e ai Comuni per combattere il problema del randagimo e nel tenere maggiormente sotto controllo i lupi del territorio.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social