Fondi tra i Borghi più belli d’Italia? La sfida di Nardone con il romanzo “Elisir”

Fondi tra i Borghi più belli d’Italia? La sfida di Nardone con il romanzo “Elisir”

Il trentaduenne giornalista e scrittore ci prova: è in corsa con il suo “Elisir”
(Streetlib, 2017) al “Premio Letterario il Borgo d’Italia”. A renderlo noto la segreteria del Premio che ha reso noto che anche Fondi è in corsa  per l’edizione 2019. Il comune della provincia di Latina partecipa grazie al thriller a sfondo storico-esoterico ambientato quasi interamente sul territorio della Piana del sud pontino. Una sfida con la quale Nardone prova ad accreditare Fondi tra i borghi più caratteristici della penisola.

Come specificato anche sul portale web del Premio, questo si pone come obiettivo quello di “Promuovere e divulgare la letteratura italiana che fa riferimento ai piccoli centri italiani definiti comunemente “borghi”. Ma non solo, anche “far conoscere gli autori e il loro territorio, creando un ponte tra le realtà locali.” Quest’anno, per l’edizione 2019, la sede del Premio è il centro storico di Irsina in provincia di Matera.

Nardone non ha mai nascosto come il suo romanzo sia nato con l’obiettivo di trasformare un racconto accattivante in marketing territoriale. Storia, leggende, luoghi simbolo e tradizioni, si intersecano attraverso la chiave narrativa del mito dell’Elisir di lunga vita. Una promozione del territorio che si era giustamente unita a quella del romanzo, portato in giro per diversi luoghi della provincia pontina. Oltre alla sua Fondi, “Elisir” in questi due anni passando per librerie, rassegne letterarie, calendari estivi ed eventi ad hoc è sbarcato a Formia, Sabaudia, Itri, Monte San Biagio, Terracina, Sperlonga, Lenola e in diverse strutture ricettive del comprensorio.

Da una promozione territoriale, con la partecipazione al “Premio Letterario il Borgo d’Italia” si allargano gli orizzonti per far conoscere sempre più il romanzo a firma di Simone Nardone e di conseguenza il territorio di cui parla, quel territorio che lo stesso autore nelle note del romanzo definisce: “L’unico personaggio al centro della storia dall’inizio alla fine”. “Quel territorio che – come si spiega nelle note in appendice al testo – con la sua tradizione, i profumi, i sapori, il clima, la storia e gli illustri personaggi, ha definito una sincera ed inconfutabile anima”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social