Fondi, ruba un costoso cellulare ma fallisce il ‘cavallo di ritorno’: arrestato un pluripregiudicato

Fondi, ruba un costoso cellulare ma fallisce il ‘cavallo di ritorno’: arrestato un pluripregiudicato

Nella giornata di sabato, gli Agenti della Polizia di Stato di Fondi addetti al pronto intervento, ricevevano una segnalazione di furto di un apparecchio telefonico cellulare, avvenuto presso un esercizio commerciale di Via Appia lato Itri, dove una coppia del luogo, dopo essersi accorta del fatto, veniva avvicinata da due giovani che si rendevano disponibili per aiutarla a rientrare in possesso del costoso dispositivo, previo pagamento di una somma di denaro.

I derubati, in un primo momento fingevano di aderire a tale offerta di aiuto ma subito dopo si rivolgevano alla Polizia che predisponeva un servizio di osservazione con personale in abiti civili. Poco più tardi, gli Agenti, appostatisi nei pressi di un Bar del Centro Storico, aveva modo di vedere una loro vecchia conoscenza, che a bordo di una bicicletta, si avvicinava ai derubati, avendo tra le mani il loro telefono. Non appena l’uomo consegnava il telefono e stava per prendere il denaro, gli Agenti intervenivano, e lo traevano in arresto. Da ulteriore attività di indagine, emergeva l’evidente complicità dei due giovani che poco prima avevano avvicinato la coppia derubata, i quali erano stati proprio loro a sottrarre l’apparecchio telefonico e ad organizzare il tentativo di estorsione che in gergo viene chiamato “cavallo di ritorno”. L’arrestato veniva identificato in D.N.T., di anni 40, pluripregiudicato fondano, già tratto in arresto di recente, per aver rubato in uno studio medico di Fondi e per tale motivo sottoposto all’obbligo della firma, mentre i suoi complici venivano identificati per S.G. di anni 30 e N.T.D. di anni 27, entrambi residenti in Itri.

Il pregiudicato fondano dovrà rispondere del reato di tentata estorsione mentre i giovani itrani anche del reato di furto. D.N.T., come disposto dal P.M. di Turno veniva posto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che sarà celebrata dal Giudice delle indagini preliminari, nei giorni a venire.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]