Morta nell’incendio in casa, eseguita l’autopsia: fatali le esalazioni

Morta nell’incendio in casa, eseguita l’autopsia: fatali le esalazioni

E’ stata eseguita nella tarda mattinata di oggi, a partire dalle 13 circa presso la camera mortuaria del cimitero di Fondi, l’autopsia sulla salma di Assunta Nunziante, l’89enne morta all’alba di martedì dopo un incendio in casa, lungo via Sant’Anastasia. Ad eseguire l’esame il medico legale incaricato dalla Procura, il dottor Tommaso Cipriani.

A quanto pare, pur essendo state riscontrate lievi ustioni a livello del viso, a risultare fatali sono state le esalazioni prodotte dal rogo, divampato intorno alle 5 da una baracca adiacente la palazzina dove la donna abitava col marito, Giovanni Rosato, tuttora ricoverato all’ospedale Fiorini di Terracina. Un episodio su cui indagano i carabinieri della Tenenza della Piana, coordinati dal pubblico ministero della Procura di Latina Simona Gentile.

Intanto, eseguito il passaggio dell’autopsia, la salma dell’89enne è stata restituita ai familiari per permettere i funerali. L’ultimo saluto alla donna, a cura dell’impresa “Sant’Anna”, è stato fissato per le 9 di venerdì presso la chiesa interna al cimitero fondano. Oltre al marito, Assunta Nunziante lascia un figlio, ispettore di polizia di stanza a Torino.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social