Anche Priverno punta a diventare plastic free

Anche Priverno punta a diventare plastic free

“Il Comune di Priverno si tinge di verde e dice stop alla plastica!” Queste le parole che arrivano direttamente dal Comune che in una nota spiega: “Non uno slogan ma una vera e propria rivoluzione contro l’inquinamento da plastica monouso. L’Assessore Antonio Ines, infatti, impugna la deliberazione n.74 del 9 aprile ’19 e lancia la sfida: Priverno Città Plastic Free.

Così dopo la svolta ambientalista di Sperlonga, mentre in molti altri Comuni della provincia di Latina si continua a parlare e a programmare lo stop graduale o progressivo alla vendita e utilizzo della plastica, arriva anche Priverno.

“Intento dell’Amministrazione Comunale – spiegano – è abbassare drasticamente l’uso ed il conferimento di plastica usa e getta, promuovere campagne di sensibilizzazione che porteranno al divieto e alla limitazione di prodotti nocivi migliorando così il ciclo della raccolta differenziata che ha già raggiunto il 65 % riducendo la quantità di rifiuti prodotti.”

“Una partita che vedrà in campo il Comune stesso che provvederà all’eliminazione di materiali in plastica, usa e getta presenti nei distributori automatici e introdurrà nuove regole per le mense scolastiche; la comunità attraverso azioni di sensibilizzazione ed educazione ambientale nelle scuole del territorio, al fine di promuovere il consumo consapevole e la corretta gestione dei rifiuti; le attività commerciali vigilando sul divieto di utilizzo di buste e imballaggi in plastica conferendo un Eco-bonus a coloro i quali si impegnano nella vendita di prodotti ad uso sfuso. Una città senza bicchieri, posate, piatti, sacchetti monouso rinvigorita grazie a materiali alternativi, riciclabili e facilmente riutilizzabili. Ci si avallerà pertanto di stoviglie, piatti riutilizzabili, beverini e borraccette; verrà installata almeno una “Casa dell’Acqua” per l’approvvigionamento idrico e sarà vietato l’utilizzo di materiale in plastica durante manifestazioni o eventi in cui è prevista la distribuzione di cibo e bevande. Tutto ciò altrove non è una novità – concludono – ma per fortuna anche la città di Priverno si avvia con decisione verso nuovi elementi di civiltà e questo ci rende orgogliosi di essere parte attiva.”

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]