Notte di terrore: sequestrano l’ex collega, poi botte, minacce e una rapina #Video

Notte di terrore: sequestrano l’ex collega, poi botte, minacce e una rapina #Video

Un 20enne albanese arrestato su mandato del Tribunale di Latina e un 17enne connazionale denunciato dal Tribunale dei minori di Roma. Provvedimenti notificati all’alba di oggi ed emessi all’esito di un’indagine portata avanti dagli agenti del Commissariato di Fondi, avviata nell’ottobre del 2018 e conclusasi da non molto. Un’inchiesta che ha preso le mosse da una nottata di terrore vissuta da un 30enne della Piana.

Secondo i riscontri degli inquirenti, è stato sequestrato per ore dai due albanesi, tenuto sotto scacco con un coltello, minacciato di morte, picchiato brutalmente in due zone di periferia tra mare e montagna, rapinato del cellulare, del portafogli e del bancomat. Per essere infine abbandonato nel centro storico, dolorante e sanguinante.

Il tutto dopo una vera e propria trappola. Un’uscita fra conoscenti, dato che fino a qualche tempo prima vittima e carnefici lavoravano insieme, presso un’officina della Piana. Una serata come tante fino a quando, in apparenza “senza alcun motivo logico”, come sottolineato a più riprese dalla polizia, il 30enne è finito nella aspirale di violenza dei presunti amici.

“Probabilmente, è stato preso di mira perché ritenuto più debole”, il commento del dirigente del Commissariato Franco Pellegrino a margine del blitz, che questa mattina ha portato alla denuncia del minorenne e all’arresto del 20enne, quest’ultimo appena tornato dall’Albania grazie a uno stratagemma messo in atto dai poliziotti.

 

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social