Maenza partecipa alla Passione tra i sassi di Matera del 30 marzo

Matera, foto d’archivio

Si tratta di una performing art condivisa, quella che andrà in scena il prossimo 30 marzo tra i sassi della capitale europea della Cultura e dove prenderanno parte anche 16 attori di Maenza.

“Una Passione dal vivo per le strade e nei luoghi più significativi di Matera – si legge nella nota – avendo come personaggi, interpreti, costumi, scenografia, attrezzeria, regia e organizzazione le comunità italiane ed europee del Teatro della Passione.

“L’iniziativa – spiegano gli organizzatori – rientra nelle manifestazioni previste in occasione del grande evento “Matera Capitale Europea della Cultura 2019”, ed è promosso da Europassione per l’Italia, la rete dei 40 sodalizi italiani che operano in quasi tutte le regioni italiane e rientra in un più ampio progetto di carattere culturale e di valorizzazione delle arti e tradizioni del nostro Paese.”

Nello specifico “Europassione per l’Italia, dal 2013, è impegnata in un percorso di valorizzazione nazionale e internazionale sul tema della Settimana Santa, finalizzato alla presentazione di una proposta di candidatura UNESCO. ‘Prospettiva UNESCO’ è, infatti, il nome del progetto che a partire dall’attività bottom up svolta da moltissime comunità italiane per la salvaguardia delle molteplici espressioni del Teatro della Parola e della Passione di Cristo è proiettato al “Registrodelle Buone pratiche di salvaguardia”, istituito con l’art.18 dalla Convenzione UNESCO per la salvaguardia del Patrimonio culturale immateriale del 2003.”