Pazienti “ricoverati” in sala operatoria, ormai al “Goretti” sembra prassi

Pazienti “ricoverati” in sala operatoria, ormai al “Goretti” sembra prassi

Ormai sembra prassi. All’ospedale “Goretti” di Latina, mancando posti letto in Rianimazione, diversi pazienti gravi, dopo aver affrontato delicati interventi chirurgici e dopo essere stati intubati, vengono lasciati all’interno della sala operatoria.

Oggi sono ben tre contemporaneamente. Due donne, una colpita da emorragia cerebrale e l’altra sottoposta a una craniotomia, e un giovane, intubato dopo essere giunto nel nosocomio vittima di una grave polmonite.

Una situazione difficilissima, considerando che in sala operatoria devono poi proseguire gli interventi chirurgici, in particolare quelli d’urgenza, e il personale si deve dividere tra i pazienti sottoposti ai diversi interventi e quelli che si trovano lì come se quello spazio fosse un comune reparto.

Va avanti così da mesi e tracce di miglioramenti non se ne vedono.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social