Incidenti, il Comune assicura politici, dirigenti e funzionari

Incidenti, il Comune assicura politici, dirigenti e funzionari

Sbagliare ora si può, ma non troppo. Soprattutto non con dolo né con colpa grave. Il Comune di Sabaudia ha stipulato infatti una polizza assicurativa per responsabilità civile, in caso di colpa lieve, a copertura degli amministratori e delle posizioni apicali dell’ente, dunque di dirigenti e funzionari.

Da tempo il Comune, al pari dei diversi enti locali, è dotato di una polizza assicurativa per la responsabilità civile, a copertura dei danni arrecati a terzi nel caso di incidenti sul territorio, negli edifici o in occasione di manifestazioni pubbliche. Una polizza che non metteva però al riparo da richieste di risarcimento i pubblici amministratori, i dirigenti e i funzionari comunali, nel caso in cui determinati sinistri venissero ritenuti causati da azioni o omissioni dei politici o di chi nell’ente riveste funzioni apicali nell’ambito delle loro competenze. All’apparenza da azioni di rivalsa da parte della stessa compagnia assicurativa.

A Palazzo hanno deciso così di correre ai ripari, per estendere la copertura assicurativa ai “danneggiamenti riconducibili a colpa lieve”. Un modo, nel caso di incidenti, che secondo il Comune garantirà “adeguata copertura” e “pronto ristoro”, ma soprattutto solleverà “l’Amministrazione dall’accollo degli eventuali risarcimenti”.

Senza effettuare una gara pubblica, l’ente ha dunque fatto un’indagine di mercato per vedere le richieste delle compagnie assicurative, interpellando i Lloyd’s di Londra, l’Amissima Assicurazioni, Generali, Vittoria Assicurazioni, Ites e Allianz. Ricevendo dai Lloyd’s l’offerta più vantaggiosa, quella di un premio da ottomila euro l’anno, tramite la società Brokeritaly è stata così stipulata la polizza.

Una decisione presa con una determina del servizio economato dall’iter piuttosto lungo, essendo stata firmata dal responsabile del settore il 10 dicembre scorso, avendo ottenuto il parere di regolarità contabile il successivo 31 dicembre ed essendo stata pubblicata all’albo pretorio soltanto il 5 marzo.

Amministratori comunali, funzionari e dirigenti ora possono però stare più tranquilli, almeno fino a fine anno, essendo stata garantita la copertura assicurativa appunto fino al prossimo 31 dicembre.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social