In casa spunta un fucile rubato, arrestato dai carabinieri

In casa spunta un fucile rubato, arrestato dai carabinieri

Perquisizione domiciliare finita con un arresto, ieri sera, a Lenola. Nei guai un 30enne incensurato nativo di Fondi ma residente in paese, incappato in un servizio messo in campo dai carabinieri della Stazione locale: nella sua disponibilità i militari operanti hanno rinvenuto un fucile non denunciato e risultato provento di furto.

Un’arma a doppia canna rubata da ignoti nel 2013 proprio a Lenola, e che il 30enne ha sostenuto di avere in casa da poche settimane, a suo dire inconsapevole della natura illecita della detenzione. Versione che non è servita ad evitargli l’arresto.

Dopo una nottata trascorsa in una delle camere di sicurezza della Compagnia di Terracina, il 30enne, M.R., operaio edile assistito dall’avvocato Francesco Nania, è comparso questa mattina in tribunale per la celebrazione della direttissima. Anche nell’occasione l’interessato ha ribadito di non essere consapevole che quel fucile fosse rubato, sostenendo di averlo momentaneamente avuto da un cugino che stava ristrutturando casa e non poteva tenerlo.

Alla fine, arresto convalidato e remissione in libertà per il 30enne, al quale il giudice ha imposto l’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria tre volte a settimana.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social