Sul promontorio la protesta degli oppositori del governo ucraino

Sul promontorio la protesta degli oppositori del governo ucraino

Le battaglie degli oppositori del governo Ucraino, a poca distanza dalle elezioni a Kiev, passano per San Felice Circeo.

Un gruppo di attivisti ha infatti espresso il proprio dissenso nei confronti del ministro degli interni, Arsen Avakov, tappezzando la recinzione della villa acquistata da quest’ultimo due anni fa sul promontorio, in via delle Batterie, con le foto di giornalisti e attivisti uccisi in Ucraina e per i quali le indagini non hanno mai fatto luce sulla loro morte.

A terra è stato poi messo uno striscione con scritto: “Qui vive il capo corrotto del Ministero degli Interni dell’Ucraina, che nega giustizia agli attivisti e ai giornalisti che sono stati uccisi o sono diventati vittime di attacchi e persecuzioni”.

Gli autori della protesta hanno quindi fatto una serie di foto e hanno dato notizia, tramite i social, della loro iniziativa.

Un vero e proprio caso in Russia e in Ucraina.

Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri, che hanno effettuato anche un sopralluogo in via delle Batterie.

Comments are closed.

h24Social