Il Comune di Gaeta vuole comprare il parcheggio multipiano di Formia – VIDEO

Il Comune di Gaeta vuole comprare il parcheggio multipiano di Formia – VIDEO

Un consiglio comunale aperto incentrato sullo spauracchio rappresentato dal Pontile Petroli Eni, quello tenutosi giovedì a Formia. Ma in cui ha trovato spazio anche altro. Accenni lampo all’Area sensibile del Golfo e al progetto del policlinico; sottolineature rispetto la necessità di una politica comprensoriale condivisa, rimarcata da ognuna delle parti in causa. E un annuncio che in aula ha dato luogo a un certo stupore: il Comune di Gaeta vuole comprare il parcheggio multipiano di Formia, pronto ad andare all’asta giudiziaria il prossimo 20 dicembre.

A darne notizia il sindaco Cosmo Mitrano, che l’altra sera, per lunghi tratti nelle vesti di one-man-show col dente avvelenato, ha spiegato di essere intento a cercare le risorse economiche per farsi ufficialmente avanti. Una sorta di invasione di campo? No, piuttosto una necessità secondo il primo cittadino, pensata “soltanto per dare la possibilità anche ai cittadini di Gaeta di poter parcheggiare”.

Un passaggio, quello sull’area soste intitolata ad Aldo Moro, che come accennato ha colto di sorpresa i presenti. Il presidente del consiglio formiano, Pasquale Di Gabriele, seduto proprio accanto a Mitrano, ha provato a stopparlo: “Una gentilezza, c’è un’asta in corso…”. Niente: un fiume in piena il sindaco in trasferta. Con tutta probabilità complici le mosse dell’assise formiana sulla questione della delocalizzazione del Pontile Petroli, che ha portato Mitrano a parlare senza mezzi termini di incompetenza e a lamentare di non essere stato interpellato.

“Si è alzato un polverone senza nemmeno chiedersi: ma vogliamo sentire quello scemotto del sindaco di Gaeta per capire cosa ne pensa?”, ha detto senza nascondere una certa stizza. Ed ancora: “Il pontile dell’Eni da dove sta oggi se ne deve andare, e mi sarei aspettato al posto di allarmismo e campanilismo che qualcuno avesse detto: ‘Sindaco, hai questo problema nella tua città; noi ti stiamo accanto e mandiamo via l’Eni dal Golfo, tutti insieme”.

Incomprensioni messe da parte dopo le stilettate, per (provare) a dare in concreto spazio a concetti come comprensorialità e condivisione degli interessi. All’insegna di un unico Golfo. E le strisce blu del Multipiano in cerca d’acquirente? Ci sarà lo ‘scippo’ dei cugini gaetani? Ah, saperlo…

A PAGINA 2 – L’ANNUNCIO DI MITRANO: VIDEO

Pagina: 1 2

Comments are closed.

h24Social